LA CULTURA TWITTA IN ITALIANO

“Museums from all over the world will have a chance to celebrate culture on Twitter”. Difficile immaginare una scommessa più ardita di quella dei promotori della Museum Week. Anzi, della #MuseumWeek, perchè ogni sfida che si rispetti ha bisogno di un campo di gioco, e in questo caso non parliamo del diabolico (e forse più “semplice”) Facebook, bensì di Twitter, il social network dei 140 caratteri e degli hashtag.

Dopo l’edizione 2014, fortemente voluta dalla sinergia tra i poli museali francesi e la dirigenza Twitter, quest’anno l’ultima settimana di marzo ha visto in rete oltre 1.800 istituzioni culturali in rappresentanza di 58 stati e 943 città, ed erano ben 175 i musei italiani. Tutti impegnati, a suon di cinguettii, a valorizzare le proprie ricchezze, i propri percorsi espositivi, le proprie peculiarità e i propri punti di forza in modo inusuale e divertente.
Ne sono derivate cifre da capogiro: 180.105 tweets, e soprattutto 423.454 re-tweets, lo strumento di condivisione per antonomasia che permette la diffusione orizzontale dei contenuti. Coinvolti curatori, addetti, funzionari, semplici visitatori, che hanno potuto esprimersi in 140 caratteri e competere ad armi pari a prescindere dalle dimensioni delle strutture che li ospitavano: stessa “dignità di retweet” per il Louvre come per il piccolo museo di provincia. Gli organizzatori avevano solo previsto una serie di “argomenti”, suddivisi per giornata, che hanno permesso di dar libero sfogo alla fantasia, tra selfie, segreti, architetture, souvenir e foto di famiglia.

Il podio dei musei più twittati? British Museum e Moma? Ebbene no. A sorpresa il palmàres parla italiano: ottima performance dell’area archeologica di Massaciuccoli Romana e del museo Nazionale di Porto Torres Antiquarium Turritano, davanti ai cugini di oltralpe più noti.
E mentre le dita si sgranchiscono per l’edizione 2016, resta la sorpresa e la riflessione per i nuovi strumenti a disposizione degli operatori per valorizzare e promuovere la cultura (anche e soprattutto italiana).

Altri dati, news e mappe interattive sul sito della manifestazione.

di Linda Celenza

In copertina: la pagina su Twitter di @MuseumWeek

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *