I MOVING. IL MADE IN ITALY DELL’AUTO ELETTRICA

Due aziende marchigiane per la produzione di veicoli elettrici e stazioni di ricarica. Una joint venture 100% made in Italy. E’ l’esperienza I MOVING del gruppo Faam e Energy Resources. Abbiamo intervistato Enrico Cappanera, presidente di Energy Resources, che ci ha raccontato la sua rivoluzione.

Qual è l’idea fondante del vostro progetto?
I MOVING vuole essere lo strumento di potenziamento e successivo consolidamento della mobilità sostenibile in Italia e nel mondo, attraverso la commistione di competenze e know-how di due aziende marchigiane: Evf (Faam Group) per i veicoli elettrici ed Energy Resources per energie rinnovabili e sistemi di ricarica. I MOVING sarà il primo polo nazionale per la produzione e la commercializzazione di veicoli elettrici e di infrastrutture per la ricarica e la sosta. La società è già operativa e stiamo definendo i primi accordi, sia nel mercato retail che in quello B2B, potendo contare su clienti di prim’ordine. Vorremmo agevolare la nascita di un network, nazionale ed internazionale, che consenta al possessore del veicolo elettrico o ibrido di poter ricaricare rapidamente ed ovunque. Un circuito virtuoso che si autoalimenterà”. 

Come vi metterete al servizio dell’utente finale che acquista un mezzo elettrico?
I MOVING è pronta a rispondere a tutte le esigenze del cliente. Acquistando un veicolo si potrà contare sull’azienda per risolvere qualsiasi problematica. In tal senso verrà attivato nei prossimi mesi un servizio assistenza clienti capace di dare risposte in tempo reali alle richieste dell’utente”.

Chi sono i vostri interlocutori?
Praticamente tutti, con particolare riferimento, almeno all’inizio, ad enti pubblici, società municipalizzate, partecipate ed aziende private intenzionate a rinnovare le proprie flotte all’insegna del risparmio e della tutela ambientale. Ci rivolgeremo comunque anche alle famiglie. Il vantaggio competitivo di I MOVING è quello di poter attingere da un portafoglio clienti già consolidato, nel quale compaiono i nomi più illustri dell’industria e diverse amministrazioni pubbliche italiane. C’è già interesse attorno a questa joint venture tutta marchigiana. Il nostro prodotto di punta sarà lo Smile, un bel sorriso a ambiente e futuro, un quadriciclo elettrico specializzato nel trasporto delle merci e adatto, per caratteristiche dimensionali e tecniche, all’accesso nei centri storici e nei cantieri”.

Il 14 marzo entreranno in vigore gli incentivi per l’acquisto di veicoli a basse emissioni e elettrici. Quale sarà l’apporto di I MOVING in tal senso?
Su tutta la gamma dei veicoli proposta, I MOVING applicherà gli incentivi previsti dalla legge, dando così l’opportunità ai potenziali clienti di avvalersi delle agevolazioni programmate dal Governo, al fine di incrementare al massimo la possibilità di utilizzare veicoli elettrici nei servizi di pubblica utilità e per le esigenze private”.

Qual è la vostra “rivoluzione verde”?
“Ci stiamo concentrando sul settore Ricerca e Sviluppo, convinti che saranno idee innovative e praticabili a portarci fuori da questa crisi. Stiamo studiando sistemi per la sostituzione rapida delle batterie, da installare pure nelle stazioni di servizio, la creazione di grandi impianti fotovoltaici di copertura delle aree di parcheggio, in grado di garantire impermeabilizzazione, ombreggiamento e alimentazione elettrica agli stessi veicoli. Oltre a questo stiamo lavorando alla diffusione di stazioni di interscambio tra mobilità tradizionale e veicoli elettrici per i centri urbani, a servizio del cosiddetto ultimo miglio, per far fronte alle zone a traffico limitato, facilitando  imprese, commercianti e rappresentanti. La gamma dei veicoli è definita. E sarà sottoposta ad aggiornamento costante, sia estetico che tecnico”.

Quali sono i vostri strumenti per sviluppare I MOVING su tutto il territorio nazionale e all’estero?
Partiremo chiaramente dalla consolidata esperienza di Energy Resources e Faam Group, presidiando fiere ed eventi di settore, elaborando iniziative ad hoc. Siamo già in trattativa con alcune importanti manifestazioni artistiche, culturali e sportive al fine di attuare partnership tecniche per la fornitura di flotte green e la realizzazione di eventi a impatto zero. I MOVING è, di fatto, l’ennesima eccellenza del made in Italy, frutto della capacità di unirsi per essere più forti. Lo Smile, non a caso, era uno dei veicoli ufficiali delle Olimpiadi di Pechino 2008. Il settore è ancora di nicchia ma è destinato a crescere esponenzialmente, a causa dei costi sempre più alti pagati per i carburanti fossili e a causa dell’inquinamento urbano. La nostra è una rivoluzione commerciale e soprattutto culturale. In difesa di questo nostro pianeta. Va citato, a tale proposito, l’esempio della Norvegia, che ha obbligato di recente i costruttori di auto a produrre esclusivamente veicoli ibridi dal 2015. Il cambiamento è qui e ora”. 

di Elena Roda

In copertura Logo © I MOVING 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *