WASTE ART MILANO

Il progetto Waste Art Milano nasce nel 2013 ed è un’idea di Marco Laprocina, designer 27enne, che si basa sul riciclo creativo. Punta ad affrontare la crisi attraverso il recupero della vecchia arte dell’artigianato lavorando con materiali “contemporanei”, ovvero gli scatti industriali. 2
Il progetto, fedele alla filosofia della sostenibilità e del kilometro 0, si sviluppa sul territorio della Lombardia ma è un format applicabile a qualsiasi regione: gli scarti aziendali vengono ritirati dalle aziende disponibili e rielaborati per creare complementi d’arredo e opere artistiche.

Light in bottle, ad esempio, sono bajour da tavolo create con l’utilizzo di bottiglie di alcolici lavorate, intagliate, levigate. L’idea è nata vedendo quante bottiglie di alcolici ogni giorno vengono buttate dai bar della città. Sullo stesso principio sono nate collezioni di tavoli e complementi d’arredo creati, ad esempio, con pallet, aste di legno scartate e reti metalliche.

6Oltre al design, Marco Laprocina è appassionato di fotografia e arte ed è da qui che nascono le collezioni artistiche dei  Mosaici Digitali e dei manichini plastici. I primi sono immagini di progetti fotografici ricomposte in versione mosaico su forex, un materiale di scarto delle aziende impermeabile all’acqua.
L’altro progetto artistico è Plastic woman, una riflessione critica/astratta sull’abuso del corpo femminile nell’epoca contemporanea. Si tratta di una collezione di manichini dismessi utilizzati come tele da dipingere. Ogni manichino presente è un pezzo unico dipinto dal 2011 a oggi con l’utilizzo di materiali di scarto e tecniche miste.

Dal 2 al 22 Marzo, presso il Frida di Milano, una collezione di dieci manichini sarà in mostra. Appuntamento dunque alle ore 18.00 per l’inaugurazione in Via pollaiuolo, 3, Milano zona Isola.

In copertina e nel testo foto © Marco Laprocina

Per maggiori informazioni potete scrivere una mail a wasteartmilan@gmail.com. oppure visitate il sito di Waste Art Milano.   

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *