SYLVAIN HAON E LA NUOVA MOBILITÀ

Cosa ci si aspetta da un evento come IT- TRANS, quali sono stati gli sviluppi dopo l’ultima edizione e come si possono sviluppare le nuove potenzialità del mondo digitale nel mondo dei trasporti? Continuiamo a parlare della conferenza tedesca incentrata sui temi della mobilità con un’intervista a Sylvain Haon, Direttore dei Servizi e Responsabile per il programma dell’evento che si terrà in Germania dal 1 al 3 Marzo, già presentato qualche mese fa in questo articolo

Quali sono gli obiettivi di IT-TRANS 2016 e che cosa possiamo aspettarci? 

Il rapporto tra i mezzi di trasporto pubblico e i suoi clienti sta cambiando rapidamente grazie alla possibilità di reperibilità di informazioni sulla rete, ma soprattutto perché le aspettative dei clienti si stanno evolvendo, diventando sempre più esigenti nella qualità dei servizi.

Quali sono gli sviluppi nel settore del trasporto a seguito dell’ultima edizione nel 2014?

La proliferazione dei dati sta permettendo il trasporto pubblico di pianificare meglio il suo funzionamento basandosi su una migliore conoscenza del cliente. Si tratta semplicemente di una accelerazione di un processo che era già in movimento. I dati riescono a migliorare i servizi, proponendone ai clienti dei nuovi e dirompenti, come nel caso del ride sharing o dei veicoli automatici. Per quanto riguarda il trasporto pubblico, però, quello che stiamo vedendo è un interrogativo costante del posizionamento del settore per quanto riguarda i nuovi fornitori di servizi.

La quantità di dati disponibili per reti di trasporto pubblico è enorme. Crede che il trasporto pubblico debba utilizzare questi dati da sola o lavorare in team con altri? 

Credo che lavorare con gli altri è sicuramente l’approccio migliore. La società di trasporto pubblico può avere dati e sistemi, e quindi avere un vantaggio, è fondamentale avere un rapporto collaborativo lavorando con gli altri per sviluppando nuovi sistemi.

Il trasporto pubblico deve essere preoccupato in merito alla nascita di nuovi fornitori di mobilità?

Questi nuovi fornitori di mobilità possono rappresentare una certa concorrenza per i trasporti pubblici in quanto attirando l’attenzione dei decisori politici. Questi servizi avranno un posto fondamentale all’interno della mobilità del paesaggio urbano, collaborando con i servizi di trasporto pubblico tradizionale. Affinché ciò avvenga è importante avere un quadro definito per quanto riguarda la portata delle loro attività. Tuttavia va notato che, una forte rete di trasporto pubblico è, e rimarrà, la “spina dorsale” di efficiente trasporto urbano e su questo bisogna investire.

L’evento riguarderà anche l’esperienza del cliente digitale. Come sarà questo cambiamento e bisognerà temere che i mezzi pubblici il loro ruolo nei confronti del cliente con l’arrivo di nuovi attori sulla scena?

Il rapporto di mezzi di trasporto pubblico con i clienti sta cambiando rapidamente a causa del conoscenze disponibili su di essi, ma anche perché le aspettative dei clienti si stanno evolvendo: in un parola, stanno diventando sempre più esigenti. La quantità di applicazioni per il trasporto pubblico amplificano le aspettative dei servizi. Il trasporto pubblico deve far fronte alle necessità del cliente, migliorando le opportunità lavorando in collaborazione degli altri, che si occupano di trasporto.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’approccio di “open data”? È un potenziale flusso di entrate per il trasporto pubblico?

Il vantaggio per il trasporto pubblico è la capacità di fornire ai clienti informazioni tempestive e pertinenti riguardanti i loro viaggi. Il rischio per il trasporto pubblico è che il mercato non fornirà tutti i servizi che un operatore dovrebbe indicare ai propri clienti, il che significa che gli operatori del trasporto pubblico e le autorità dovranno svolgere un ruolo significativo. In merito all’approccio degli “open data” il trasporto pubblico sta ancora esplorando i vari modelli di business possibili. Anche se le aziende di trasporto pubblico dovessero scegliere di non fornire i propri dati, il rischio è che questi potrebbero essere ad ogni modo utilizzati, perdendone il controllo.

Le Smart cities sono all’ordine del giorno – Cosa rende una città intelligente e come fa la città intelligente per migliorare i trasporti pubblici?

Una città intelligente integra mezzi di trasporto pubblico nel tessuto urbano. Il concetto di città intelligente sta nell’integrazione dei dati e del trasporto.

Perché la gente dovrebbe venire a IT-TRANS 2016?

IT-TRANS è l’unico luogo dove le persone provenienti dal settore delle industrie possono osservare come il mondo dei trasporti  siano pratici ed efficienti, rendendoli più sostenibili. E ‘dove gli operatori di trasporto pubblico, autorità, produttori, sviluppatori possono venire a discutere e poter conoscere le prospettive per il futuro.

di Giulia Cattoni

In copertina: Karlsruhe Trade Fair Center © IT-TRANS

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *