LA CASA DEL FUTURO

La casa del futuro è totalmente in legno, pensata come un nido da poter spostare a nostro piacimento. Una dimora ecologica e luminosa, che utilizza la luce del sole per essere autosufficiente, ma anche  per illuminare la strada o una pista ciclabile, grazie alla luce che rilascia, prodotta dai pannelli solari posti sul tetto.

Ogni casa è di 35 mq, suddivisa su due piani, dove al primo vi è la cucina, il bagno, il soggiorno, che si affaccia su una terrazza all’aperto, mentre  al piano superiore, un soppalco, dove trova spazio la camera da letto. Ampie finestre rendono questa abitazione molto luminosa ed accogliente; la costruzione è stata studiata per essere il più confortevole possibile, per piacere sia ai single che alle coppie.

Heijmans-ONE-13

Questa nuova abitazione è stata pensata e costruita per la prima volta ad Amsterdam, dove i giovani sono in cerca di una struttura in affitto ad un costo modico.  L’azienda olandese Heijmans è riuscita inoltre a sopperire ad un altro problema presente dei Paesi Bassi, ovvero la riqualificazione delle zone urbane abbandonate.  Il progetto ONE ha incuriosito non solo i giovani del Nord Europa, ma anche gli americani, i francesi, gli australiani e molti altri ancora.

La struttura – pensata come un modulo, con pareti opache e prive di finestre ai lati ovest – est  prevede l’affiancamento di altri piccoli appartamenti, posti in successione e disposte semplicemente attraverso l’utilizzo di una gru.
Heijmans-ONE-11

Ci stiamo quindi spostando verso un nuovo sistema di abitazione, più ecologia, che utilizza bene gli spazi e che cerca di rivalutare luoghi di degrado o poco vissuti dalla collettività.
Un sistema economico, ma di grande valore.

Per maggiori informazioni sulla struttura consultate il sito.

di Giulia Cattoni

In copertina e nell’articolo: progetto ONE © Heijmans

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *