FARE CULTURA PER FARE SOCIETA’

Per la Cooperativa Sociale Attivamente, la mission è “fare cultura per fare società”.
Dal 2005 si occupa di prevenzione e contrasto a differenti forme di disagio sociale attraverso laboratori di formazione legati al teatro e più in generale alla comunicazione. Utilizza una metodologia che si struttura intorno al concetto di gioco: uno strumento attraverso il quale la persona (in qualsiasi fascia età) può apprendere una serie di informazioni e di competenze utili per la propria formazione e le proprie capacità relazionali. Non solo: il gioco è un’attività divertente, ma che necessita di regole e di ruoli molto precisi.
Nasce così un percorso che si snoda tra disciplina, creatività e capacità d’ascolto.
Il cuore delle attività della cooperativa è il corso di recitazione che viene realizzato dal 1998. Si tratta di un corso innovativo, che si pone l’obiettivo di mettere al centro la persona e non la tecnica teatrale.
Per quanto riguarda i corsi di teatro, sottolineano i membri di Attivamente “da qualche anno le persone non ci chiedono più corsi tradizionali. A pochi ormai interessa imparare la dizione, la respirazione con il diaframma, saper “impostare” la voce come i grandi attori del passato… Finalmente si inizia a comprendere che questi aspetti hanno a che fare con la recitazione solo in maniera marginale, e – diciamolo! – tutto sommato sono tecniche poco interessanti per chi non vuole fare l’attore di professione”.
E cosa chiedono gli allievi?
“Di stare bene. Di vincere la timidezza. Di essere più spigliati. Di imparare nuove vie per ascoltare se stessi e gli altri. Di conoscere nuove persone e di diventare persone nuove. Di scoprire le proprie potenzialità creative. Di divertirsi”.
Oltre al corso di recitazione “classico” si sviluppano altri corsi, che approfondiscono altre tematiche. Tra i corsi brevi ecco il laboratorio di scrittura creativa che ha l’obiettivo è scrivere per conoscere se stessi. “proporre strumenti e tecniche per scoprire e raccontare – a se stessi ed agli altri – emozioni, sensazioni, storie che vivono e pulsano dentro di noi. Il primo passo consiste nel liberare la creatività di ogni persona, combattendo contro il nostro “censore interiore” che critica e demolisce ogni singola parola che mettiamo sul foglio. Si inizia così un viaggio nella scrittura, esplorando le proprie emozioni, dando vita a paesaggi e personaggi, comprendendo quali siano i meccanismi che regolano la narrazione di una storia”.
Il corso, della durata di tre mesi, prevede che alla fine di ciascuna delle sei lezioni, venga prodotto un breve racconto da sviluppare poi durante la settimana. “Sei serate per lavorare insieme creativamente, in un ambiente conviviale, ed abbandonarsi al piacere della scrittura”.
Accanto al laboratorio di scrittura creativa, troviamo il corso di lettura espressiva. L’obiettivo è quello di fornire gli strumenti necessari per padroneggiare l’arte della lettura in qualsiasi contesto essa venga inserita. Il corso è aperto a tutti coloro che vogliano sviluppare questa forma espressiva e dura tre mesi.“Si tratta di un’esperienza che rientra nel nostro vissuto quotidiano e che richiama in ognuno di noi immagini e sensazioni piacevoli legate a particolari ricordi. Per chi ascolta, infatti, diventa essenziale poter vedere e sentire chi racconta, non solo con l’udito ma anche con tutti gli altri sensi, per poter trasformare quell’ascolto in un’esperienza unica”.
L’ultimo nato è My Way, il laboratorio di gestione delle emozioni. Si tratta di un innovativo corso di formazione, anche questo della durata di tre mesi, che ha come obiettivo principale quello di fornire gli strumenti per una gestione delle proprie emozioni più efficace e completa, sia in ambito professionale che in ambito personale.
“Non insegna un metodo, ma parte dalle potenzialità e dalle peculiarità di ogni singolo individuo, per migliorarle, svilupparle e renderle uniche. Affonda le sue radici nella pratica teatrale, la quale offre molti spunti e molte tecniche che possono essere riportate con successo nella vita quotidiana, per una migliore consapevolezza, una migliore gestione delle emozioni, un aumento della propria autostima e, quindi, per una comunicazione personale e professionale più completa e profonda”.
Se avete voglia di mettervi alla prova e cimentarvi con le varie tecniche teatrali visitate il sito http://www.coopattivamente.it/corso-di-recitazione/

di Stefania Mancuso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *