ORTO: APERTO PER FERIE

Nei mesi di luglio e agosto la stagione dell’orticoltore raggiunge il suo picco. Tante sono infatti le cure richieste agli appassionati in questo periodo, ma sono soprattutto tre i fattori che dobbiamo curare: l’ acqua, la pulizia dalla infestanti e la protezione contro la grandine.
ACQUA: Gli apporti di acqua sono fondamentali soprattutto in un’estate un po’ anomala come questa del 2012, con temperature che di giorno raggiungono tranquillamente i 30°. L’importante è dare l’acqua alle colture annaffiandole alla base, evitando il più possibile che l’acqua raggiunga le foglie e i frutti, fattore questo che potrebbe far insorgere alcune patologie quali la peronospora, causata anche dall’umidità eccessiva che si sviluppa a causa degli immancabili temporali serali di questo mese di luglio ( per contrastarla si consiglia l’utilizzo del verdemare o del bacillus turingensis dopo ogni temporale). Ricapitolando, dare acqua la mattina o la sera, accompagnata da una concimazione a lenta cessione oppure un apporto di acqua con macerato d’ ortica che funga da fertilizzante naturale. Personalmente d’estate utilizzo anche il guano, ottimo e naturale.
MALERBE: La pulizia delle erbe infestanti è un altro fattore che potrebbe aiutare ad incrementare la produzione, poiché queste erbacce di nutrono delle stesse sostanze utili allo sviluppo degli ortaggi, dai pomodori alle melanzane, dalle zucchine ai peperoni. Si può agire in maniera drastica con l’utilizzo di diserbanti (che comunque sconsiglio), si può intervenire in maniera metodica e giornaliera sradicando le piante dalle aiuole e dalle prode oppure si può utilizzare l’erba appena sfalciata dal proprio prato (o chiederla ad amici e vicini che accetteranno di buon grado il vostro invito) da distribuire tra una proda e l’altra, impedendo così lo sviluppo della maggior quantità delle malerbe, viste anche le elevate temperature che si svilupperanno dalla macerazione dell’erba sfalciata sotto l’azione del sole.
GRANDINE: Altro fattore da tenere in considerazione è la protezione dalla grandine. Lo dico purtroppo per esperienza diretta e recentissima. Cercate di proteggere i vostri ortaggi, in particolare insalate, pomodori, melanzane e meloni dall’azione devastante delle grandinate estive. Dieci minuti di grandine e il mancato intervento da parte vostra possono mettere in difficoltà anche il più bravo orticoltore e mandare in fumo mesi di lavoro. Quello che occorre sono dei pali e della rete antigrandine disposte sopra alle aiuole in modo tale che possano proteggere gli ortaggi. Qualora ci fosse la possibilità, si potrebbe anche predisporre su tutta la superficie adibita ad orto, con archi da serra o altro materiale, una copertura totale a prova di qualsiasi agente atmosferico negativo.
TEMPERATURA E MESSA A DIMORA: Mai come quest’anno il momento (da calendario) della messa a dimora delle piantine da orto ha influenzato in maniera determinante la produzione e lo sviluppo delle piantine stesse, creando una situazione molto disomogenea negli Orti degli Orticolori per Passione. Chi le ha messe a dimora alla metà di aprile, anticipando i tempi si è trovato un blocco dello sviluppo che si sta prolungando ancora adesso e questo a causa delle temperature fredde; fortunatamente la calura di questi primi giorni di luglio sta favorendo la ripresa e lo sviluppo di tutte le orticole. Chi invece ha ritardato di quindici giorni, seminando o mettendo in terra piantine già pronte alla metà di maggio si ritrova oggi con giardini rigogliosi con pomodori che hanno già raggiunto dimensioni notevoli dei palchi e ricchi di grappoli, oltre a rigogliosi peperoni e insalate.
NUOVI IMPIANTI:  In questi giorni è ancora possibile seminare o piantare alcune delle colture che potremo gustare in autunno: mi riferisco alle diverse qualità di cavoli (cappuccio o romanesco), cavolfiori, cavoli verza o cavolini di Bruxelles, alle coste, al radicchio ed alle diverse insalate, oltre alle zucchine ( da riseminare per verle fresche ad agosto) ed i cornetti.
PRODUZIONE E RACCOLTO: I mesi di luglio e agosto sono comunque caratterizzati dalla raccolta della maggior parte delle orticole, da consumare subito fresche o raccogliendole per la preparazione di conserve sott’olio o sott’aceto, facendo gustose chutney oppure ripieni (i peperoncini Baci di Satana si prestano per essere svuotati e riempiti con formaggio oppure con tonno) che saranno utilizzate il prossimo inverno.
Nel frattempo…Pomodori, Peperoni, Melanzane, Zucchine e Cetrioli stanno facendo bella mostra di sé sulle nostre tavole di tutti i
giorni, saranno usati per le grigliate con gli amici o saranno trasformati.
In questo momento particolare, avere a disposizione verdura e frutta fresca da poter gustare tutti i giorni, donandola anche a quanti non possiedono un piccolo pezzetto di orto… è davvero da PRIVILEGIATI.

di Simone Moretti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *