MOBILI IN LEGNO: PULIZIA GREEN SENZA PIÙ SEGRETI

Le ragioni per decidere di usare prodotti fatti in casa per la pulizia dei mobili sono diverse: non voler usare sostanze inquinanti per l’ambiente, problemi di allergia ad alcuni componenti chimici oppure il fastidio provocato dalle profumazioni talvolta eccessive. Ai prodotti tradizionali esistono molte alternative adatte a differenti esigenze.

Per una pulizia quotidiana, vi proponiamo qualche veloce dritta, soluzioni  naturali per spolverare, lavare e pulire i mobili realizzati in legno.

OLIO E ACETO PER PULIRE
– 50 ml di aceto
– 15 ml di olio di oliva

Mescolate in una ciotola olio e aceto e trasferire il composto in un contenitore dotato di spruzzino. Utilizzare con un panno umido da passare su tutta la superficie dei mobili in legno.

PER UN MAGGIORE NUTRIMENTO
– 30 ml di olio (preferibilmente di semi di lino)
– 30 ml di aceto
– 60 ml di limone
– qualche goccia di tocoferolo (vitamina E)

Il tocoferolo si può acquistare in erboristeria è da aggiungere in modo facoltativo: aiuta a non fare inacidire il composto con lo scopo di conservarlo più a lungo. Questo è un prodotto altamente nutriente, detergente ed antibatterico da versare su un panno in microfibra e da applicare sulla superficie dei mobili strofinando.

NUTRIMENTO AL PROFUMO D’ARANCIO
– una tazza di olio d’oliva
– 1 arancia
– estratto di vaniglia oppure una stecca di vaniglia essiccata

Versare l’olio d’oliva nella bottiglia.
Tagliare l’arancia in quarti e spremere il succo in una ciotola conservando a parte le bucce. Aggiungere il succo all’olio aiutandosi con un imbuto.
Tagliare le bucce d’arancia in strisce lunghe e aggiungerle al liquido della bottiglia assicurandosi che siano immerse completamente.
Aggiungere 2 o 3 gocce di estratto di vaniglia o 1 cucchiaino di vaniglia essiccata e tritata. Lasciare riposare il composto per 2 o 3 giorni.
Utilizzare il prodotto con un panno morbido e solo su superfici dure e non porose. Strofinare l’olio sui mobili con un movimento circolare e pulire con un panno asciutto.

MOBILI PREGIATI
Si consiglia di eseguire una lucidatura dei mobili in legno, soprattutto se pregiati, una volta al mese con la cera d’api, perfetta per mantenere elastica la fibra del legno e dare maggiore lucentezza al mobile. La lucidatura è da eseguire periodicamente sciogliendo a bagnomaria il panetto di cera e lasciandola intiepidire. Versarne un po’ su un panno e stenderla uniformemente sulla superficie strofinando con un panno di lana.

NASCONDERE SOLCHI E GRAFFI
La cera d’api è utile anche per mimetizzare piccoli solchi e graffi.

ELIMINARE I SEGNI DELL’ACQUA
Capita che i mobili si rovinino a causa di residui d’acqua lasciati da un bicchiere. In questo caso la soluzione ideale è un batuffolo di cotone imbevuto di succo di limone e sale fino, oppure del dentifricio diluito con acqua e limone e passato delicatamente sulla superficie da pulire.

FAR SPARIRE GLI ALONI
Sui mobili in legno wengè o sui mobili laccati, invece, possono comparire degli aloni da eliminare con una soluzione di acqua e aceto da vaporizzare e far agire con un panno.

MOBILI DA ESTERNO
Per i mobili da esterno, in bambù o vimini, si consigliano lavaggi naturali a base di bicarbonato o sapone di Marsiglia, diluiti in acqua tiepida.

Alla prossima puntata!

In copertina: Questo sì che è legno! © Francesco Zaia

 

2 thoughts on “MOBILI IN LEGNO: PULIZIA GREEN SENZA PIÙ SEGRETI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *