FAI DA TE: NUOVA VITA ALLA BOBINA!

Volete un tavolino un po’ originale e magari volete farlo con le vostre mani? Bene eccolo qui! Il tavolino da giardino, da salotto o da terrazzo come volete voi, semplicemente riciclando e reinventando una bobina elettrica, che già di per sé è un tavolino naturale, che può essere utilizzato così com’è in giardino, mentre se volete sistemarlo, lo si può utilizzare in terrazza, in cucina o in salotto.
La bobina avvolgicavi non è facilissima da recuperare perché è già un oggetto che viene utilizzato più volte prima di esser buttato ma si può provare a chiedere a qualche elettricista o magari lo si può trovare abbandonato e non più utilizzato vicino a qualche cantiere o alle ferrovie. Il mio mi è stato gentilmente donato dal mio cugino elettricista Dino.
Le bobine elettriche possono essere di diverse dimensioni: la mia è alta circa 40 cm e ha un diametro di 50 cm.  Ottima misura per un tavolino da mettere vicino al divano su cui servire un te’ con le amiche sedute su comodi cuscini.

Per realizzare il nostro tavolino occorrono:

  • carta vetrata
  • pennelli
  • spray color ottone, acciaio (se vi piace l’argento va bene anche una bomboletta di zinco spray che fa anche da antiruggine) o del colore che preferite per colorare le tre viti che si vedono e servono a tenere insieme la bobina
  • vernici all’acqua per legno o mordenti. Se volete mantenere la venatura del legno, magari facendolo assomigliare al noce o al mogano sono perfetti i mordenti. Sono polveri da diluire con l’acqua e si trovano in commercio anche in piccole buste. Più acqua aggiungerete più il colore sarà tenue. Se invece volete cambiare del tutto il colore potete usare una qualsiasi vernice ad acqua per legno, è importante però che sotto stendiate una base di protettivo (generalmente chiamata vernice di fondo). Si può usare anche la cementite, che è sempre a base di acqua, ma è bianca.
  • vernice trasparente protettiva all’acqua. Serve a proteggere il vostro tavolo e a farlo durare di più. Se volete tenerlo all’esterno è necesario scegliere una vernice adatta. In ogni caso leggete sempre le istruzioni sulle latte, ogni vernice ha le sue caratteristiche
  • lampadina a led tonda, cavo elettrico, interruttore e presa, questi sono facoltativi e variano in base a ciò che volete creare.

Si procede smontando la bobina e levigando ogni parte con la carta vetrata, togliere eventuali schegge, insistere magari sulle parti più rovinate. La superficie non deve essere per forza perfettamente liscia e anche in questo caso dipende dai vostri gusti, se volete ottenere un tavolino più rustico o più elegante. Si passa poi alla verniciatura, scegliete i colori che più preferite, si può utilizzare vernice trasparente per risaltare il legno stesso (vernice di fondo più vernice protettiva) o si possono preferire diversi colori in base ai propri gusti. Se vorrete utilizzare il vostro tavolino in giardino o in balcone è necessario che la vernice sia anche per esterno.
Se usate il mordente passate la prima mano di colore direttamente sul legno grezzo e solo dopo che si sarà asciugato (almeno 7 ore o comunque come è scritto sulla confezione) passate la seconda mano così potrete regolarvi meglio sull’intensità del colore, magari prima di cominciare fate delle prove su un pezzo di legno di colore simile o sulla superficie rivolta verso l’interno di pezzi di legno del cilindro, in questo modo potrete valutare meglio la passata e il quantitativo di colore. Personalmente ho utilizzato il mordente per legno in polvere, dopo diverse prove sono riuscita ad ottenere la giusta tonalità. Se invece usate vernici già pronte passate prima il protettivo e dopo averlo fatto asciugare, passate la prima mano del colore scelto.
Dopo questa fase potete passare alle viti, smontarle e verniciarle con uno spray color argento (facoltativo).
Dopo la fase dia sciugatura sono passata a fissare il led nel cilindro centrale, questa parte non è obbligatoria ognuno può fare ciò che vuole, volendo si può allargare il buco centrale e utilizzarlo come porta bottiglia, o usarlo come vaso.
Io ho fissato la lampadina a led con una struttura circolare all’interno del buco tramite quattro viti, l’ho collegato ai cavi elettrici che ho fatto scorrere all’interno della bobina stessa e ho posizionato ad una distanza adeguata l’interruttore tra il tavolo e la presa. Infine ho riassemblato il tavolo e gli ho dato un ultima passata di vernice trasparente.
Volendo si possono aggiungere rotelle per ottenere un tavolo mobile o aggiungendo degli scomparti il nostro tavolino può diventare una comoda libreria. E’ possibile anche colorarlo in mille modi diversi, a righe blu e bianche per uno stile marino o utilizzare stencil di farfalle e fiori se lo si vuole posizionare in giardino o ancora fare tutti i colori dell’arcobaleno per una stanza allegra… e così via.
Il mio tavolino l’ho messo al posto d’onore in salotto accanto al divano.
Ringrazio Dino per la bobina e Selenia per l’aiuto teorico e pratico, buon lavoro a tutti!

di Alessandra Piatti


One thought on “FAI DA TE: NUOVA VITA ALLA BOBINA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *