SCOOTERINO: IL CAR POOLING SU DUE RUOTE

Statistiche ufficiali sulla diffusione e il successo del car pooling in Italia non sono ancora disponibili, ma è certo che sia un fenomeno in continua espansione. Basandosi sui dati in possesso e analizzati da BlaBlaCar, ad esempio, è stato calcolato per ora un risparmio di emissione di più di 750 mila tonnellate di CO2.
Da qualche anno a questa parte, i siti che raccolgono le offerte di passaggi si sono moltiplicati. Perfettamente sulla cresta dell’onda, a Roma sta per arrivare anche Scooterino, una nuova applicazione per la mobilità condivisa, dedicata a chi desidera spostarsi con moto e motorini nella capitale.
Come una classico car pooling, passeggeri e scooteristi che vanno nella stessa direzione, condividono tragitto e spese. Lo scooterista deve avere un minimo di 21 anni e, ovviamente, patente valida, assicurazione in regola e uno scooter omologato per due persone e in buone condizioni. Deve passare a prendere l’utente che ha richiesto il passaggio portando con sé obbligatoriamente un casco per il passeggero e, a fine corsa, il pagamento avviene a termine e senza l’utilizzo di contanti, ma utilizzando la stessa app, tramite carta ricaricabile, carta di credito, Paypal o Poste Pay.
Scooterino è un’idea è di Oliver Page, 22 anni, nato a Roma da genitori americani. Lavorava al lancio di una startup a San Francisco prima di lasciare la California per questo progetto, partorito proprio a Roma, duranate una visita ai suoi genitori, su un marciapiede, mentre un pullman non passava.

di Emanuela Donetti

Maggiori informazioni sul sito.

In copertina: caschi in gita domenicale… © franco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *