CAMION REFRIGERATI UN PO’ PIÙ GREEN

Da un progetto europeo coordinato dall’ENEA nasce un nuovo sistema per contenere i costi dei camion per i trasporti refrigerati.
Il progetto ha un nome complicato, “HP-ACS Metal Hydride Heat Pump for Waste Heat Recovery in Vans Refrigeration Systems” ma il concetto su cui si fonda è semplice: una nuova tecnologia, basata su una pompa di calore che sarebbe in grado di assorbire e sfruttare il calore disperso dal motore del veicolo per il raffreddamento.
Si stima che sulle strade dei 28 Paesi dell’Unione Europea circolino circa 650mila veicoli refrigerati e si prevede che il mercato globale del trasporto refrigerato ammonterà a 5 miliardi di euro nel 2015. Attualmente questi camion e furgoni possono consumare fino a 100mila litri di carburante l’anno e la refrigerazione per i trasporti alimentari si ottiene con sistemi di aria condizionata che bruciano fino al 15% del consumo di carburante del veicolo. Questa innovazione potrebbe far risparmiare fino a 8mila litri di combustibile per ogni furgone all’anno, con una notevole riduzione di emissioni e i costi.
Verrà presto testato su strada il primo prototipo di camion.

In copertina: Camion © I hate the new layout

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *