BRASILE IN CAR SHARING

Nonostante la malasorte italiana, non scende la febbre dei mondiali e anche a UC News manteniamo l’attenzione sul Brasile.
Abbiamo parlato dell’impronta green che il Brasile ha deciso di lasciare a questo evento e intervistato alcuni brasiliani per capire cosa ne pensavano (vedi articoli).
In questi giorni, invece, forniremo consigli pratici per chi si trova nel paese verdeoro e ha bisogno di informazioni sulla mobilità perché sappiamo che, purtroppo, il Brasile è anche conosciuto per il traffico caotico, i trasporti pubblici carenti, le infrastrutture aeroportuali datate e le scarsa quantità di informazioni in lingue che non siano il portoghese.
Se a Milano e Roma ormai vi siete abituati al car sharing, meglio non perdere la buona abitudine nella più grande metropoli del Sud America. 

In 45 punti della città di San Paolo é possibile trovare le automobili di ZazCar, una delle più importanti aziende di car sharing in America Latina e l’unica in Brasile. Simile ai servizi conosciuti anche in Italia, basta effettuare la registrazione per telefono o internet e ricevere la Zazcard con la quale prenotare l’auto, che si pagherà a seconda delle ore che si usa. L’unica differenza sta nel fatto che l’auto va riconsegnata nello stesso luogo dove la si è presa.
Sono aperti 24 ore al giorno e localizzati principalmente nelle zone meridionali e centrali della città, concentrati sull’avenida Paulista e nel bairro Pinheiros. Se ne trovano anche nelle zone Móoca, Anália Franco, Saúde, Butantã e Brooklin.
Il computer di bordo, all’accensione, chiede all’utente una verifica delle condizioni d’uso del mezzo: danni evidenti alla carrozzeria o al funzionamento del motore, pulizia interna o esterna.
Particolare attenzione in caso di denunce per danni o sporcizia. La multa addebitata al conto utente sará di circa 50 reals.

di Emanuela Donetti

In copertina: space age traffic lights © Florian Knorn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *