bicicletta bike bici

BICI CON TUTTI I COMFORT

Muoversi in bici lo diciamo sempre: è bello e fa bene all’ambiente. E’ vero anche però che in alcune occasioni la bici non è sicuramente la scelta più comoda. Andare a fare la spesa, spostarsi su strade in salita, muoversi per vie sconosciute con la cartina in mano… sono solo alcuni esempi di episodi per i quali, di solito, si preferisce la macchina o un mezzo a motore.
Come si fa allora se non si vuole lasciare a casa la bici? Ecco alcune idee che potrebbero essere d’aiuto. Chi non vive in pianura sa bene che portare borse e sacchetti non è semplice. Una soluzione che potrebbe risolvere questo problema arriva dal Colorado, si chiama Ridekick ed è un  rimorchio elettrico che offre ai ciclisti una spinta da dietro, con spazio anche per borse o shopping. Il rimorchio è adatto a qualsiasi tipo di bicicletta ed è controllato da una valvola a farfalla che si aggancia al proprio manubrio. Sicuramente un bell’aiuto per andare in salita!
La danese Maik invece ha pensato alle esigenze “maschili” è ha realizzato The Bike Create, un cestino da bicicletta adatto soprattutto per gli usi ed esigenze degli uomini. Il cestino è realizzato con materiali 100% riciclabili, la cassa è spaziosa e progettato per resistere ai colpi che può ricevere tutti i giorni tra uno spostamento e l’altro. Ora anche gli uomini sanno dove possono mettere la propria ventiquattrore!
Infine per chi soffre di “mal di tech” e non riesce a rinunciare neanche quando pedala a tutti gli apparecchi smartphone, pc ed mp3 in suo aiuto arriva Silverback che ha realizzato delle speciali bici…con porte USB. Si potrà quindi collegare il proprio dispositivo mobile alla bici e ricaricarlo semplicemente…pedalando! Il sistema che permette alla bici di produrre energia è simile a quello della dinamo presente sulle vecchie biciclette e che avevamo già conosciuto grazie all’esempio di Bes la Bike Energy System di Social Ice. La differenza è che questa volta la bicicletta non è affrancata a nessun supporto…quindi attenzione a non distrarsi troppo alla guida!

di Matteo Arnaboldi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *