MEGALOPOLI DEL FUTURO: ECCOLE

Dal 1831 al 1925 Londra è stata la città più grande del mondo. La sua popolazione è passata tra 1,5 a 2 milioni di persone a 7,5 milioni. Ma la classifica delle metropoli del pianeta è cambiata molte volte nel corso della storia. Londra ha sorpassato Pechino che è stata a sua volta superata da New York.

Oggi le nostre città più grandi lo sono molto di più rispetto al passato. Tokyo ospita quasi 40 milioni di persone e Londra non entra nemmeno più nella top ten delle più popolose. Ma quali saranno le città più grandi del futuro?  Secondo il nuovo Rapporto delle Nazioni Unite, entro il 2030 le città più grandi saranno in Africa e Asia. Sarà questo il vero cambiamento.

La ragione? Principalmente la crescita dell’urbanizzazione che nei territori africani e asiatici non si è ancora compiuta, mentre il mondo occidentale ha già terminato da tempo questo processo. Se consideriamo ad esempio il Nord America, l’80% della sua popolazione vive in città.

città

La tendenza all’urbanizzazione riguarderà quindi anche Africa e Asia, ma non si conoscono ancora le conseguenze di questa rivoluzione.
Quel che è certo è che queste megalopoli si troveranno ad affrontare grandi sfide. Come ad esempio Dacca, capitale e città più popolosa del Bangladesh, nella quale ogni giorno si riversano flussi di persone provenienti dalle aree rurali in cerca di opportunità, lavoro, futuro.

Fenomeni da gestire e strategie da costruire.
Anche per le città del Nord del Mondo.
Anche per Detroit, che dopo la crisi del lavoro e con una popolazione che si aggira tra i 700.000 e gli 800.000 abitanti, è vitale affrontare il cambiamento e reinventarsi.
Cosa occorre allora alle città del pianeta? Per cominciare un progetto di pianificazione urbanistica serio.
Può sembrare banale, ma è il primo passo verso un futuro sostenibile e per porre le basi di una qualità della vita dignitosa per tutti, da Los Angeles a Nairobi.

In copertina: Tokyo in Color © Zbyszek Zolkiewski

di Stefania Mancuso

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *