un progetto per la città

PADOVA CREATIVA: IL PROGETTO SCRAP

“Un bimbo che giocando tra gli scarti di una società alla deriva, crea nuove realtà dai resti di quelle precedenti.” (Tanis Root)

Mantenere vivi gli spazi urbani con l’aiuto dei creativi.
A pensarci è stata l’associazione La Mente Comune che attraverso il progetto Scrap vuole riattualizzare la memoria storica di due importanti aree verdi di Padova attraverso una serie di iniziative in città. In particolare le aree scelte sono il Parco Europa di via Venezia, a fianco del quale una volta sorgeva la fabbrica Rizzato e e l’ex Macello di via Cornaro, Tesoro dell’UNESCO, area protetta perchè edificio di archeologia industriale e per le caratteristiche paesaggistiche.
Il Parco di via Venezia, che era sede di attività industriali che hanno minato la salute e l’ambiente, ora è una delle ultime aree riconquistate dal verde dedicata all’innovazione e design. Qui si terranno i Campionati di Ciclomeccanica mentre l’ex Macello di via Cornaro, area protetta perchè edificio di archeologia industriale e per le sue caratteristiche paesaggistiche, sarà la location in cui saranno realizzati ed installati elementi di arredo esterno. L’ex Macello che ha smesso di funzionare nella seconda metà dello scorso secolo ha rischiato l’abbandono e l’edificazione cementifera mentre ora è un sito vincolato. In quest’area oggi si trova un giardino di piante autoctone in stato di sviluppo naturale e le attività di tredici associazioni: la Comunità per le libere attività culturali. E’ proprio qui che si terrà anche SCRAPout, expo nazionale, laboratorio in mostra, durante il quale saranno presentate ed esposte le opere dei migliori designer e artigiani che producono arredo con materiale di recupero (upcycle), ed eventi di approfondimento legati al tema del riutilizzo e della riduzione dei rifiuti.

 ex-macello

Per la prima edizione dell’evento e la selezione degli artisti l’associazione La Mente Comune ha pensato ad un concorso per la selezione di artisti. Possono presentare domanda di partecipazione tutti gli artisti interessati ad approfondire il tema proposto, senza limitazioni d’età, mezzo o tecnica espressiva, ogni forma e disciplina artistica e/o artigianato. Sono ammesse opere eseguite con qualsiasi tecnica, ma l’opera dovrà essere realizzata necessariamente con materiali di riutilizzo o di scarto. Il termine entro il quale riconsegnare il materiale compilato (modulo di iscrizione, curriculum vitae artistico ed eventuale portfolio) è il 2 maggio. La mail a cui inviare il tutto è progettoscrap@gmail.com.
Dal 11 al 28 luglio, dentro alla fresca Cattedrale dell’ex Macello, saranno esposte le opere. Inoltre saranno organizzate serate di approfondimento e chiaccherate dedicate alla cultura del riutilizzo e alle pratiche di riduzione dei rifiuti. Una fase importante del progetto riguarda proprio la ricerca e il recupero di testimonianze su questi luoghi. La Mente Comune infatti metterà insieme i pochi documenti esistenti con le più vissute testimonianze di chi la storia di questi posti l’ha fatta e la conosce.
Non mancheranno poi una serie di workshop per la produzione di eco-arredo urbano, una giornata intera verrà dedicata ai Campionati di Ciclomeccanica, con un’expò di designer e artigiani dell’upcycle. Il frutto della ricerca e di tutte le azioni del progetto SCRAP saranno poi raccolte e raccontate in un libro attraverso una storia a fumetti.
Per approfondire, leggere il regolamento nel dettaglio e partecipare visita il sito del progetto SCRAP.

Nel testo: Cattedrale dell’ex Macello di Padova, © http://is.gd/EN4hX8

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *