#MONTAGNAFUTURO: PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

Ieri, martedì 14 marzo, abbiamo partecipato all’evento “Strategie giovani e digitali per lo sviluppo delle montagne di Lombardia“, durante il quale è stato presentato il progetto “Montagna Futuro“: una strategia per lo sviluppo e la promozione delle aree montane.

Obiettivo della mattinata “far conoscere i provvedimenti attuati, in questi anni, da Regione Lombardia e cercare di dare un segnale di forte attenzione verso i territori montani, spronare e dare suggerimenti per confrontarsi, stare insieme e sostenere i progetti che dovranno partire dal basso”, spiega Ugo Parolo, sottosegretario di Regione Lombardia con delega alle Politiche per la Montagna, e Macroregione alpina (Eusalp).

Innovazione, sviluppo sostenibile, identità: le chiavi dello sviluppo delle nostre montagne. Tre punti fermi presenti negli interventi di tutti gli ospiti che hanno preso parte alla tavola rotonda.
Il Presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni ha sottolineato soprattutto la grande attenzione verso il territorio montano, che occupa il 40% della superficie regionale, e la volontà di investire risorse nel suo sviluppo, partendo dalle infrastrutture: l’arrivo della connessione a banda ultra larga e l’apertura annuale del Passo dello Stelvio. Il Sottosegretario Parolo ha invece rimarcato l’importanza della parola futuro: fondamentale è far sì che i giovani non scappino dai loro luoghi d’origine, facendo crescere in loro consapevolezza che vivere la montagna è una grande occasione, ma offrendo nel contempo anche delle opportunità; per rendere ciò possibile è importante preparare gli amministratori allo sviluppo futuro, anche promuovendo il territorio e le imprese.
Una testimonianza piena d’orgoglio del suo “essere montanaro” è stata quella di Richard Theiner, Vicepresidente della provincia autonoma di Bolzano e Assessore allo Sviluppo del territorio, Ambiente ed Energia: la conoscenza delle proprie radici e della propria cultura è la chiave per costruirsi un futuro, ma non deve mancare la collaborazione e il network con altre Regioni.
Anche Enrico Borghi, Coordinatore della Strategia Nazionale Aree Interne, ha rimarcato l’importanza dell’identità territoriale come fondamento delle strategie di sviluppo, che non possono prescindere da una crescita della classe dirigente.
Un racconto altrettanto appassionato è stato quello di Deborah Compagnoni, campionessa italiana di sci alpino, che ha sostenuto l’importanza, come Theiner, di un’alta qualità della vita per gli abitanti delle aree montane, che non possono dipendere esclusivamente dal motore del turismo. Non ci devono più essere confini e separazioni tra città e montagna, ma uno scambio continuo di saperi e risorse. È necessario dunque, secondo Annibale Salsa, Antropologo e membro Fondazione Dolomiti UNESCO, non solo essere ben consapevoli della storia e delle radici, ma anche cambiare il modello stesso di rappresentazione della montagna, che non può essere marginale.

In seguito il progetto è stato presentato nel dettaglio dal Sottosegretario Parolo, nell’aspetto tecnico da Valeria Chiodarelli di Eur&ca ed Enrico Calvo, Dirigente della U.O. Servizi per il territorio, la montagna e le filiere, ERSAF, e nell’aspetto comunicativo da Andrea Albanese, Social Media Marketing Manager e Digital Communication Advisor.

Tre le azioni cardine del progetto: valorizzazione delle Comunità montane come soggetto idoneo allo svolgimento di funzioni associate; potenziamento accessibilità ai territori montani e attrattività della montagna; ottimizzazione della programmazione economica per la montagna. Cinque i focus tematici: Cultura e Turismo sostenibile, Economia circolare e servizi ecosistemici, Giovani, startup e green economy, Servizi alla comunità locale, Programmazione e politiche territoriali.

Un piano di sviluppo, Montagna Futuro, fondato su azioni coordinate e interdisciplinari, trasversalità e sinergia, ma soprattutto su iniziative che partano dal basso, dai Comuni stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *