CRESCO AWARD 2017: I PREMIATI

Dai più grandi fino ai più piccoli, i Comuni italiani stanno giocando un ruolo importante per la crescita sostenibile del Paese, nell’ottica dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, con progetti innovativi che migliorano la vivibilità dei territori. Questo grande impegno è testimoniato anche dalla seconda edizione di CRESCO Award – Città sostenibili, il premio promosso da Fondazione Sodalitas in collaborazione con ANCI, che ha raccolto candidature per progetti innovativi di sostenibilità da oltre 600 Enti Locali. I premi sono stati consegnati nel corso della 34^ Assemblea Annuale di ANCI a Vicenza.

Vediamo i sei progetti campioni di sostenibilità selezionati da una Giuria indipendente presieduta dal Rettore del Politecnico di Milano Ferruccio Resta:

CATEGORIA < 15.000 abitanti: “Ritorno e sviluppo”, Comune di Ostana (CN)
A partire dagli anni Cinquanta anche Ostana visse il dramma dell’abbandono che lasciò alle terre alte solo “gli ultimi”: da oltre mille abitanti il borgo arrivò a contare appena 5 residenti effettivi negli anni Settanta, mentre il baby boom portava nuova economia nelle località montane che si attrezzavano per attrarre il nuovo pubblico degli sciatori. Lontano delle località deturpate dalla cementificazione, dalla metà degli anni Ottanta, Ostana iniziò a riflettere orgogliosamente sul valore di una montagna autentica e più recentemente sulla costruzione di uno sviluppo sostenibile, che aprisse le porte al reinsediamento primario delle famiglie e a nuove attività produttive. Il primo risultato tangibile nel settore terziario è stata l’apertura del rifugio di proprietà comunale, seguita dagli affittacamere privati e dell’info point. Mentre la valorizzazione della cultura occitana e il turismo crescono, Ostana punta ora al recupero della terra a scopo agricolo e al reinsediamento primario, con attenzione all’inclusione sociale.

CATEGORIA da 15.001 a 50.000 abitanti: “Spazio Hub Thiene”, Comune di Thiene (VI)
Al fine di supportare e favorire lo sviluppo di idee imprenditoriali e l’innovazione di processo e prodotto, in un ambito di tutela e sostegno sociale ed economico, Spazio Hub offre metodi, strumenti e network alle persone che hanno un’idea imprenditoriale. Le fasi del progetto prevedono la promozione e la diffusione di Spazio Hub, l’individuazione e la selezione dei gruppi di partecipanti, l’avvio dei laboratori di orientamento e di accompagnamento. Nelle attività si valorizza sempre il lavoro di gruppo e il cooperative learning, evitando approcci frontali e limitando al massimo la logica esperto-utente. Alcuni esperti garantiscono ai partecipanti metodi e strumenti per il confronto, conducendo i momenti di interazione in gruppo, perché questi possano avere un elevato grado di efficacia ed efficienza.

CATEGORIA da 50.001 a 150.000 abitanti: “Revolutionary Road”, Comune di Somma Lombardo (VA)
Il progetto interviene nel territorio degli Ambiti Distrettuali di Gallarate e Somma Lombardo, comprendente 18 comuni della provincia di Varese. Si tratta di un’area in cui dal 2008 le delocalizzazioni e la chiusura di grandi imprese, unite alla crisi economica generale, hanno determinato una congiuntura negativa, con la chiusura di PMI e di attività commerciali e un conseguente aumento della disoccupazione e, in generale, delle difficoltà lavorative ed abitative. Revolutionary Road #OltreLaCrisi è nato per rispondere ai nuovi bisogni emersi dai recenti cambiamenti socio­economici, favorendo una risposta integrata in termini di sistema di welfare coordinato, basato sull’integrazione tra pubblico e Terzo Settore e sul coinvolgimento di soggetti non convenzionali, in grado di attivare risposte più efficaci, efficienti ed eque al disagio lavorativo ed abitativo, per supportare circa 300 famiglie del territorio in condizione di difficoltà lavorativa e/o abitativa.

CATEGORIA oltre 150.000 abitanti (EX AEQUO): “Crowdfunding Civico del Comune di Milano”, Comune di Milano
Il Comune di Milano con questa iniziativa costituisce il primo caso di ente locale che pone in essere lo strumento del crowdfunding per il finanziamento collettivo di progetti di interesse pubblico con impatto sociale, in match­funding con l’Amministrazione, cui contribuiscono i singoli cittadini, le organizzazioni non profit, le imprese private. Le realtà che hanno partecipato al bando per salire sulla piattaforma del Crowdfunding civico milanese sono state invitate a presentare progetti utili a elaborare nuove soluzioni a bisogni sociali emergenti; stimolare processi di abilitazione e di empowerment dei cittadini favorendo il passaggio da destinatari passivi di interventi a co-agenti delle scelte e degli interventi che li riguardano; potenziare la resilienza, l’accessibilità e la connettività urbana.

CATEGORIA oltre 150.000 abitanti (EX AEQUO): “Ortolibero”, Comune di Brescia
L’idea del progetto nasce da un percorso sui temi della cittadinanza attiva e della cooperazione svolto nel mese 2014 con la classe di alfabetizzazione della Casa di reclusione di Verziano da Libera e Cooperativa Pandora. Il gruppo di persone coinvolte nel corso di questi incontri ha manifestato l’importanza per la qualità della vita di poter impiegare in maniera produttiva il tanto tempo libero che in carcere diventa tempo di pesante attesa proponendo la realizzazione di un orto e il recupero di una serra dismessa. Il Comune di Brescia ha sposato l’idea costituendo una importante rete di partenariato e impostando il progetto su principi di sostenibilità ambientale, protagonismo, inclusione sociale e legalità. Il progetto, tutt’ora in corso, è diventato un fantastico laboratorio sociale con risultati inimmaginabili, ben oltre le più rosee aspettative, e negli anni si è riproposto con implementazioni e spunti sempre originali. Sono stati realizzati un orto sinergico e una serra per produzione di essenze e per arredo pubblico urbano.

PREMIO SPECIALE “PARTNERSHIP PUBBLICO-PRIVATO”: “UNA SPIAGGIA PER TUTTI”, Comune di Fossacesia (CH)
Il Comune di Fossacesia vuole agire concretamente sul territorio creando occasioni d’incontro, scambio, conoscenza, condivisione e dialogo al fine di promuovere condizioni di vita uguali per tutti e un sistema di relazioni soddisfacenti nei riguardi di persone che presentano difficoltà nella propria autonomia personale e sociale. Il progetto prevede di dotare un tratto di costa di tutte le attrezzature necessarie per rendere accessibile e godibile a tutti il mare, in un’ottica di massima integrazione possibile tra le persone. L’impegno, anche economico, per la realizzazione della “Spiaggia per tutti” non si limita alle sole strutture, ma riguarda anche il finanziamento della gestione di tali attrezzature stagionali e del servizio di accompagnamento alla balneazione delle persone disabili, nelle fasce orarie stabilite.

Da segnalare inoltre i premi assegnati da alcune imprese impegnate sul fronte della sostenibilità agli Enti Locali su specifiche tematiche:

ABB: premio “Il comune più digitale” al Comune di Sestriere;
Bureau Veritas Italia – premio “Gestione sostenibile della comunità” al Comune di Tollo;
Confida – premio “Vending sostenibile” al Comune di Conegliano;
Enel – premio “La resilienza per lo sviluppo sostenibile e la tutela del territorio” all’Unione dei Comuni del Golfo Paradiso;
KPMG – premio “Istruzione di qualità” al Comune di Cagliari;
Italiana Costruzioni – premio “Restauro sostenibile” al Comune di Artegna;
Mapei – premio “Sistemi di protezione e decorazione nei progetti di riqualificazione energetica degli edifici scolastici” al Comune di Vernole;
Mitsubishi Electric – premio “Coabitazione sostenibile” al Comune di Torino;
MM – premio “Smart water solution” al Comune di Scontrone; Pirelli – premio “Mobilità sostenibile” alla Città Metropolitana di Firenze;
Sirti – premio “Sistemi e servizi IoT nelle smart cities” al Comune dell’Aquila;
Sodexo – premio “Alimentazione sostenibile e riduzione dello spreco” al Comune di Verona.

In copertina: rainbow © mbtrama 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *