distributore pubblico di acqua

MILANO: ARRIVANO LE CASE DELL’ACQUA

Nella giornata di ieri, domenica 2 marzo, sono state inauguratele “case” dell’acqua di Milano di cui vi avevamo anticipato l’arrivo in un nostro precedente articolo. Sono stati aperti i primi quattro dei cinque impianti finanziati dal Comune di Milano con un contributo regionale, progettati e realizzati da Metropolitana Milanese Spa e situati tutti in parchi o giardini. Si è trattato di una vera e propria festa cui hanno partecipato tante famiglie, con gli animatori vestiti da “Gocce d’acqua“ che hanno distribuito a tutti i bambini gadgets, palloncini e borracce con il logo MilanoBlu. I tecnici del laboratorio di MM hanno anche risposto alle domande dei cittadini e distribuito materiale informativo.
Alle inaugurazioni erano presenti anche le Gev, le guardie ecologiche volontarie del Comune. “Abbiamo realizzato le case dell’acqua per promuovere l’acqua pubblica di Milano e per valorizzare l’importanza di questa risorsa come bene comune. Ogni inaugurazione è stata un bel momento di festa per i cittadini, soprattutto per i bambini, ma anche un’importante occasione per conoscere le caratteristiche e l’ottima qualità dell’acqua della nostra città”, ha dichiarato l’assessore alla Mobilità, Ambiente, Arredo urbano e Verde Pierfrancesco Maran.
Dopo la prima inaugurazione di ieri al parco Formentano in Zona 4, sono state aperte anche le case dell’acqua al parco Chiesa Rossa (in via San Domenico Savio), nei giardini di via Morgagni e al parco Savarino-ex Bassi (in via Livigno). L’ultimo dei cinque impianti, sarà situato nei prossimi giorni nel Giardino Cassina de’ Pomm (tra le vie Zuretti e Gioia ang. Cassoni).
Ogni distributore ha un piano d’appoggio per le bottiglie con una vaschetta raccogli gocce collegata direttamente allo scarico, per evitare la fuoriuscita d’acqua che, d’inverno, potrebbe ghiacciare. Una lampada UV battericida sul beccuccio di erogazione garantisce la protezione da retro contaminazioni. Ogni macchina, inoltre, è a norma di legge per le persone con disabilità, è dotata di un monitor per la trasmissione di comunicazioni e informazioni ai cittadini e di impianto di illuminazione notturna a LED con basso consumo elettrico. Ci sono, infine, quattro telecamere e pulsanti elettrici per la sicurezza e la registrazione di atti vandalici.
Ulteriori informazioni e approfondimenti sono consultabili sul sito www.milanoblu.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *