COP 19: DELUSIONE PER ASSOCIAZIONI E ONG

La conferenza sul clima di Varsavia, che avrebbe dovuto essere un passo importante nella giusta transizione verso un futuro sostenibile, si avvia alla conclusione e mostra tutti i suoi limiti. La delusione delle associazioni e delle organizzazioni non governative presenti alla Cop 19 è forte a tal punto da aver deciso di abbandonare i lavori.

“La Conferenza sul clima è a un livello bassissimo e assolutamente non al passo con quanto richiesto dalla comunità scientifica’‘. Lo afferma da Varsavia Mariagrazia Midulla, responsabile clima e energia del Wwf Italia, proprio mentre le associazioni ambientaliste e le Ong hanno deciso di abbandonare il vertice. Il Wwf annuncia, però, di aver avuto, insieme alle altre associazioni, un incontro con il Ministro dell’Ambiente italiano, Andrea Orlando che si trova ancora a Varsavia che ha annunciato un “nuova road map” per il settore.  ”Ad Orlando – spiega – abbiamo chiesto un rilancio della leadership europea, che puo’ avvenire con il ruolo di presidenza Ue dell’Italia nel secondo semestre 2014″. Il ministro – prosegue Midulla – “ci ha dato appuntamento in Italia e ci ha detto che, in questo senso, avrebbe lanciato un appello per un programma che preveda un percorso preciso”.

Insomma, a Varsavia è emerso un livello inadeguato ai problemi. Continua Midulla “il fatto che ‘il Paese ospitante, la Polonia, ha approfittato del vertice per fare propaganda al carbone, e dopo il rimpasto di governo il ministro dell’Ambiente polacco, che ha il mandato di questa Cop19, non e’ piu’ ministro”. Questo – continua Midulla – e’ “il segnale di un fallimento. E il Pianeta non se lo puo’ permettere. Una Conferenza mondiale Onu non puo’ essere condotta cosi'”.  

Ora, alle associazioni che hanno scelto di lasciare la Cop (Aksyon Klima Pilipinas ActionAid, Bolivian Platform on Climate Change, Construyendo Puentes (Latin America), Friends of the Earth (Europe), Greenpeace, Ibon International, International Trade Union Confederation, LDC Watch, Oxfam International, Pan African Climate Justice Alliance, Peoples’ Movement on Climate Change (Philippines) e WWF) intendono “concentrarsi su come mobilitare le persone per spingere i governi ad assumere la leadership per una seria azione per il clima”. Questa – concludono le associazioni e le Ong – e’ “la prima volta che accade che si abbandoni una Conferenza Onu”. 

di Stefania Mancuso 

In copertina: Varsavia © Edoardo Forneris

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *