STOP CORRUZIONE IN ITALIA: NASCE EXPOLEAKS

Stufi della corruzione, dei furbetti del quartierino, degli scandali all’italiana?
Da Expo al Mose l’attualità del bel Paese ci parla ogni giorno di storie di corrotti e di miliardi di euro che vanno in fumo.
Sempre la solita storia: c’è un grande evento, molti soldi in ballo e gente che ne approfitta.

Come uscirne? Per sconfiggere la corruzione che attanaglia Expo è nata Expoleaks, una piattaforma che mescola sapientemente giornalismo e tecnologia a difesa della trasparenza. Nata da un’idea del centro di giornalismo investigativo Irpi  (Investigative Reporting Project Italy), il sistema si basa sul diretto coinvolgimento dei cittadini. Attraverso Expoleaks sarà infatti possibile condividere in modo completamente anonimo e sicuro informazioni e documenti relativi a possibili irregolarità e forme di illecito legate ai lavori per la realizzazione di Expo 2015.

Tutti i cittadini potranno così contribuire alla trasparenza dell’Esposizione Universale. Le segnalazioni saranno vagliate da un team di giornalisti investigativi riunitisi all’interno del centro di giornalismo di inchiesta italiano Irpi e i risultati pubblicati. L’anonimato è garantito da Globaleaks, la piattaforma digitale su cui si basa ExpoLeaks, nonché dall’alto profilo professionale del team, mentre la parte informatica è realizzata dal centro Hermes per la trasparenza e i diritti umani digitali.

Come cittadini non ci resta che tenere gli occhi aperti e segnalare eventuali malefatte e irregolarità su Expoleaks.

In copertina: Manhattan..? Milano. © RossoGialloBianco

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *