L’EUROPA: TRASPARENZA PER USCIRE DALLA CRISI

Secondo giorno al Centro congressi RAI di Amsterdam per la GRI conference 2013. Ad aprire la giornata il commissario europeo per il mercato interno e i servizi Michel Barnier che, davanti a una platea di oltre 1600 leader e esperti da tutto il mondo, ha sottolineato l’importanza della trasparenza nelle aziende come strumento chiave di un futuro più sostenibile e più ricco.

L’Europa, in un periodo di crisi come quello attuale, deve per forza confrontarsi con tematiche importanti come quella della responsabilità sociale d’impresa con l’obiettivo di creare un futuro nel quale l’attività delle imprese e delle organizzazioni sia il più possibile trasparente e in linea con le strategie relative alla sostenibilità ambientale. Tema fortemente sentito dal commissario Barnier che ha evidenziato la necessità di pratiche di business trasparenti per permettere all’Europa di uscire da questo momento di forte difficoltà.

Lo scorso aprile la commissione europea ha formulato una proposta per richiedere alle grandi imprese trasparenza riguardo al loro impatto in campo economico, ambientale e sociale.

Parlando alla conferenza di Amsterdam il commissario Barnier ha espresso la speranza che la proposta venga adottata dai legislatori europei, Parlamento Europeo e Consiglio d’Europa, e che questa sia d’esempio per i governanti in tutto il mondo.

“L’Europa si sta ancora riprendendo dalla crisi peggiore degli ultimi cinquant’anni. Penso che questo sia un momento di svolta. Abbiamo bisogno di istituzioni finanziarie che siano più sicure. In generale dobbiamo eliminare la tendenza negativa del settore del corporate che per troppo tempo ha agito perlopiù nella prospettiva di breve periodo”, ha affermato Michel Barnier.

Anche Teresa Fogelberg, Deputy Chief Executive of GRI, ha sottolineato l’importanza della proposta europea affermando che la strategia portata avanti da Bruxelles, una volta implementata, porterebbe a un incremento significativo delle aziende europee che utilizzano il reporting di sostenibilità come strumento per rendere il loro business il più trasparente possibile. “L’Europa sta dimostrando una leadership in questo campo. Già in molti paesi sono state implementate alcune politiche in tal senso e in altri luoghi succederà presto” ha dichiarato Teresa Fogelberg.

“Quando c’è un urgente bisogno di cambiare direzione verso un’economia più sostenibile, il mondo è un unicum e dobbiamo lavorare insieme affinché questo accada: in Asia, America, Medio Oriente, Africa e Europa. Insieme, gli sforzi comuni dei decisori in tutto il mondo possono portare a un maggiore e migliore reporting per un’economia globale sostenibile e per un mondo migliore”, ha concluso Teresa Fogelberg.

In copertina Teresa Fogelber a GRI2013 Amsterdam

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *