VIVAIO MEETS CULTURE, A MILANO

A Milano è in arrivo l’ultimo appuntamento del 2014 della serie “Vivaio meets…” dedicato alla cultura e con un obiettivo molto ambizioso: liberare il potenziale, superare gli immobilismi e abbattere gli steccati che sembrano bloccare la cultura in schemi consolidati facendo di Milano la capitale internazionale della nuova cultura.

Vivaio meets Culture  sarà l’occasione per conoscere due innovativi progetti – lo scouting è a cura di Vivaio – dedicati a nuovi modi di fare, consumare e anche comprare arte. Due progetti che, in vista di Expo, si caratterizzano per vocazione internazionale e volontà di partecipazione e di vivere l’arte in città.

I due progetti si inseriscono all’interno della visione promossa da Vivaio “Hack the culture”: la volontà di fare di Milano un centro internazionale che ospita, promuove e dà voce e spazio alla voglia di cultura in forme nuove e, nel caso, sostiene i progetti piùinnovativi nel violare le regole comuni e i modelli prestabiliti.

I progetti presentati saranno: Art Night Out, di Nina Stricker che prende spunto dall’esperienza di Affordable Art Fair, una fiera d’arte internazionale che da cinque anni promuove apertura e democratizzazione dell’arte, oltre che inclusione a accesso a chiunque. Art Night Out vuole essere un progetto a rete che coinvolge luoghi dell’arte, artisti, curiosi e appassionati in una sorta di maratona alla scoperta (o riscoperta) di quello che la città può offrire. Una rete di oltre 50 “luoghi” – gallerie, atelier di design e studi d’artista – che sono spesso al di fuori dei circuiti tradizionali dove conoscere la produzione di artisti giovani o non conosciuti. Ma anche la possibilità di diffondere arte, anche attraverso la promozione del gusto a comprare arte, a prezzi accessibili. Il primo appuntamento con Art Night Out sarà il prossimo 20 marzo 2015, a partire dalle 19. Presentazioni, mostre, eventi e opere in vendita a prezzi accessibili.

Il secondo progeto si chiama MI-usic (Milano ti ascolta) di Francesco d’Acri (musicista) e Arianna Ricotti (event manager). MI-usic è un progetto che nasce dalla necessità di spazio vitale per la musica in città, e di spazio vitale come possibilità di visibilità e di emergere per artisti giovani o sconosciuti. Il progetto intende disseminare la città di “MI-usic corner” (formali e informali, su strada, all’aperto, in casa, laddove possibile). Durante Expo i MI-usic corner saranno il set di un MI-usic contest, un vero e proprio live talent show dal basso dove ognuno può suonare e ognuno può votare. Un’app supporterà gli aspiranti artistinell’organizzazione delle performance e anche gli utenti potranno accedere, votare in modalità geolocalizzata, conoscere gli artisti, consultare il calendario di MI-usic. La votazione avviene con un collaudato sistema di assegnazione stelle e le classificheaggiornate in tempo reale saranno accessibili a tutti.

L’appuntamento con Vivaio meets Culture è per mercoledì 3 dicembre, 2014 a partire dalle 19.30 presso la Top Lounge Blend Tower Piazza IV Novembre, 7 a Milano.

Per saperne di più potete visitare il sito di Expop.

In copertina: Fabrizio Dusi – Bla bla  © Giovanni

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *