CULTURABILITY: BANDO PER LE GIOVANI IMPRESE CULTURALI

Cultura, innovazione, coesione sociale, cooperazione, sostenibilità e occupazione giovanile: sono questi gli ingredienti imprescindibili per partecipare al bando promosso dalla Fondazione Unipolis (fondazione d’impresa del Gruppo Unipol) per sostenere progetti culturali innovativi capaci di rigenerare e dare nuova vita a spazi, edifici, ex siti industriali abbandonati o sottoutilizzati. Il bando rientra nell’ambito di Culturability, programma di intervento che sostiene progetti culturali ad alto impatto sociale, con particolare attenzione al coinvolgimento attivo delle nuove generazioni.

Il progetto nasce dalla consapevolezza che la rinascita e il riuso di “vuoti” urbani, edifici, siti industriali e aree abbandonate o sottoutilizzate per mezzo della cultura e della creatività, è un tema ma soprattutto un ambito di intervento dalle grandi potenzialità, che sta assumendo una crescente dimensione quantitativa e qualitativa. Se da un lato c’è una rilevante disponibilità di spazi dovuta ai cambiamenti e alla trasformazione dei processi produttivi e di luoghi culturali che hanno perso la propria funzione originaria e che necessitano di interventi volti a ridefinirne l’identità, dall’altro, invece, la crescita di spazi ibridi dalla vocazione culturale e creativa innovativa fanno da innesco allo sviluppo di percorsi di attivazione sociale e di coinvolgimento, generando inoltre opportunità di lavoro e sviluppo del territorio.

Al bando possono partecipare organizzazioni non profit, cooperative culturali e sociali, imprese culturali private che operano ricercando un impatto sociale, reti di partenariato fra questi soggetti e team informali composti prevalentemente da giovani under 35. I candidati dovranno presentare progetti innovativi nel settore culturale e creativo che, attraverso il recupero, il riuso e la riattivazione di beni immobili e spazi fisici, si propongano di mettere questi luoghi a disposizione delle comunità territoriali, generando un impatto sociale positivo e creando occasioni di rigenerazione a vocazione culturale e di sviluppo, favorendo processi e percorsi di collaborazione e cittadinanza, soprattutto giovanile. Per partecipare è necessario presentare i progetti entro le ore 13 del 20 aprile 2018 compilando il form online sul sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *