SUPEREROI PER L’ORA DELLA TERRA

Anche quest’anno il  WWF si fa promotore di un evento che regalerà un po’ di pace a madre Terra.
Il tentativo di sensibilizzare la popolazione al problema dei cambiamenti climatici prenderà forma il 29 marzo nell’Ora della Terra, 60 minuti in cui il buio risucchierà le nostre città.
Il gesto è semplice ma concreto: spegnere l’interruttore della luce dalle 20.30 alle 21.30 e diminuire così le emissioni di anidride carbonica e l’inquinamento luminoso.

Il World Wide Fund for Nature si pone l’obiettivo di dare un futuro al pianeta rivolgendosi in particolare ai governi, ai giovani, ai media e alle imprese per fronteggiare al meglio il serio cambiamento climatico causato da un’economia mondiale ancora basata sul consumo di combustibili fossili. La speranza è che ognuno prenda a cuore la situazione attuale e che nel suo piccolo spinga verso la creazione di una realtà basata su risparmio, efficienza ed energie rinnovabili.
In particolare gli organizzatori ritengono indispensabile che i vari Governi mondiali inseriscano tale crisi tra le loro priorità in modo da velocizzare e aumentare il numero di riforme in difesa dell’ambiente.

L’iniziativa Earth Hour prese il via proprio da Sydney che, il 31 marzo 2007, riuscì a coinvolgere 2,2 milioni di persone. Nel 2008 l’ondata buia travolse più aree nel mondo (tra cui Roma e Venezia), ricevendo anche l’appoggio di Google. Nel 2009 la macchia nera raggiunse più di 4 mila città, lasciando stupefatti gli organizzatori che miravano a coinvolgerne mille; anche i quartier generali delle Nazioni Unite vi parteciparono.
Monumenti simbolo come il Cremlino, La Sirenetta di Copenaghen, il David di Firenze, la Table Mountine di Città del Capo, il Colosseo, il Cristo Redentore di Rio e la Torre Eiffel hanno corso in questa staffetta che ha coinvolto, di anno in anno, un numero sempre maggiore di Paesi.

Il portavoce di quest’anno sarà Spiderman, eroe che oscurerà l’Empire State Building, il Tower Bridge di Londra, il castello di Edimburgo e altri importanti edifici.
Parallelamente all’evento si svolgeranno concerti, sfilate di candele, flash mob, esibizioni di danza, piantumazioni di alberi; verranno inoltre promosse iniziative in favore dell’orso polare e dell’Artico di Parigi.

Sul sito del WWF è possibile trovare l’elenco delle città italiane che aderiranno all’iniziativa.
Per segnalare la partecipazione della propria città potete scrivere una mail a eventi@wwf.it.

In copertina: Italy and Sicily at night © NASA’s Marshall Space Flight Center

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *