NASCE UN NUOVO BOSCO URBANO

Quanti di voi sanno che l’acero campestre può immagazzinare la CO2 rilasciata da quattro viaggi aerei da Milano a Parigi?

STreet Italia, studio di Cesena che progetta spazi verdi in città, ha pensato di sensibilizzare sul tema i cittadini di Treviso. Come? Grazie a cartellini identificativi che segnalano le nuove specie arboree e il loro contributo alla riduzione del’anidride carbonica. Queste piante fanno parte del nuovo bosco urbano nato lo scorso febbraio presso il Parco Uccio San Martino di Treviso.

L’iniziativa fa parte di un più ampio progetto di pianificazione urbana promosso da sTreet Italia in collaborazione con l’azienda milanese Procedo, non nuova nell’impegno nei confronti dell’ambiente e delle risorse. E così l’azienda milanese ha deciso di contribuire all’aumento degli alberi cittadini regalandone 30 tra farnie, ontani, aceri, ornielli e ciliegi.

Il nuovo impianto arboreo realizzato porterà numerosi vantaggi dall’aumento della biodiversità, alla captazione delle particelle inquinanti nell’aria, alla percezione per i cittadini del cambio stagionale attraverso un contatto più diretto con la natura.

La festa d’inaugurazione ha visto protagonisti i cittadini, veri destinatari del progetto; i bambini, in particolare, hanno partecipato a laboratori formativi finalizzati alla creazione di una nuova sensibilità ambientale.
C.PU.26

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *