L’ENERGIA GREEN DELLE ARANCE

C’è chi le usa per lucidare fornelli, posate e stoviglie, e chi per pulire la pelle con ottimi scrub del viso. Non ci avevano ancora detto però che dalle bucce di arancia possiamo ricavare energia. Il Distretto Agrumi di Sicilia e l’Università di Catania con il sostegno della Cooperativa Empedocle hanno realizzato un “biodigestore“, frutto del progetto “Energia dagli Agrumi: un’opportunità per l’intera filiera” che permette di produrre energia utilizzando il residuo della produzione industriale del succo di agrumi.
Ogni anno vengono prodotte 340 mila tonnellate di questo scarto, detto “pastazzo”, che viene smaltito come rifiuto costando ben 10 milioni di euro. Il pastazzo rappresenta il 60% degli scarti trattati nel progetto che li utilizza per ottenere biomassa da usare per ricavare elettricità in aggiunta ad altri sottoprodotti delle filiere agroalimentari. Oltre all’energia elettrica, dagli scarti vengono ottenuti biometano e sostanze nutritive per i terreni.
Il primo impianto del progetto pilota attivo in Sicilia è stato inaugurato a Catania. Con questo sistema al momento si può ricavare la potenza energetica necessaria ad alimentare 333 abitazioni ma serviranno altri 20 impianti per riuscre a smaltire in questa maniera gli scarti agroalimentari della regione.

In copertina: Arance Tarocco! – Eataly #8 © Maurizio Montanaro™ – 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *