GITE DI PRIMAVERA COL FAI

Tornano in Italia il 21 e il 22 marzo le Giornate FAI di Primavera e anche le località del lago di Como si preparano per l’occasione. Sono dodici le bellezze presenti nei territori di Como, Erba e Cantù che saranno aperte al pubblico in occasione di questa manifestazione.

E allora scopriamo insieme quali sono le bellezze comasche che potremo visitare.

  • Isola Comacina ad Ossuccio, nella Tremezzina, con i resti della Basilica di Sant’Eufemia del XI secolo e le residenze degli artisti
  • Villa Leoni a Ossuccio, residenza privata interamente disegnata dall’architetto Pietro Lingeri ed esempio di architettura razionalista lariana;
  • Complesso di Santo Stefano con chiesa, cripta e battistero dell’ XI  secolo sul lungolago di Lenno;
  • Palazzo Brentano a Mezzegra con visita del borgo di Bonzanigo a Mezzegra, Tremezzina;
  • Villa Pini, palazzo del borgo di Volesio a Tremezzo, edificata e decorata dalla seconda metà del 1600. Per gGITEli iscritti al FAI possibilità di visitare il giardino e la storia della casa direttamente dalle parole della padrona di casa, la Signora Carla Pini.
  • Il parco e la Villa Carcano ad Anzano al Parco, esempio delle residenze e dei giardini di delizia, realizzato alla fine Settecento nelle colline della Brianza.
  • Villa Sossnovsky Parravicini a Erba con testimonianze storiche risalenti al XV secolo, oggi circondata da un rigoglioso parco;
  • Le collezioni Bruno Munari e Artidesign alla Galleria del Design e dell’arredamento a Cantù, solitamente non visibili al pubblico.
  • La Basilica e il borgo di Galliano a Cantù risalenti all’XI secolo. Tra i più noti monumenti dell’arte romanica lombarda del periodo altomedioevale.
  • Il parco della Villa Foppa Pedretti. In questo caso la visita riservata agli aderenti del FAI.
  • La Villa Mambretti di Fino Mornasco con visita del parco comunale dell’architetto Federico Frigerio, ora sede del municipio.
  • Il complesso architettonico di Villa Raimondi a Fino Mornasco, in stile neoclassico. La visita del parco è assistita dagli studenti della scuola di Vertemate con Minoprio.

Per conoscere tutte le iniziative e i luoghi da visitare potete consultare il sito dedicato all’iniziativa.
In occasione delle visite sarà possibile, per chi lo desidera, sottoscrivere l’adesione al FAI presso tutti i banchi allestiti per l’occasione.

In copertina. Statue © Paolo Arosio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *