IL MOVIMENTO DEL GUSTO ECO-GASTRONOMICO

Come valorizzare la cultura della ruralità, della biodiversità e i prodotti di eccellenza agro-alimentare dell’area centro appenninica del nostro Paese? Il Centro Studi AICS “Domenico Spezioli”, in collaborazione con AICS – Commissione Nazionale Ambiente, ARGA-FNSI Abruzzo-Molise-Lazio e UCI Abruzzo ha dato vita al “Movimento del turismo eco-gastronomico”.

Di che si tratta? Un’associazione, legata fortemente alla dimensione locale, ma aperta al globale che diffonda, anche attraverso le tante comunità di italiani nel mondo, i valori della buona tavola e della cucina made in Italy. Cibo anche come volano per un rilancio di un turismo autentico e genuino. Scopo principale del Movimento è proprio quello di rilanciare le eccellenze eco-gastronomiche dell’Appennino, nel rapporto strategico paesaggio-cibo-viaggio, nell’intento di costruire, in chiave sostenibile e responsabile, una rete interattiva e mirata di associazioni, imprese, istituzioni che racconta e propaganda le principali tipicità agro-alimentari del posto.

Fra le tante iniziative in programma, dal premio nazionale di promozione eco-gastronomico “Green Ribbon” al coinvolgimento dei parchi naturali delle regioni interessate, c’è anche Expo 2015. L’obiettivo è quello di presentare, in occasione dell’Esposizione Universale, il Manifesto del Turismo Eco-gastronomico. Una vera e propria guida (sia cartacea sia online) di percorsi, pietanze e prodotti dell’area appenninica. Buon cibo come motore per ripartire in tutti i territori del Bel Paese e ricordare la grande bellezza che ci circonda. Per saperne di più potete visitare il sito dell’Associazione Italiana Cultura Sport.

di Stefania Mancuso

In copertina: Mt. Camicia, Vado di Ferruccio, Mt. Prena, Corno Grande © Dawn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *