DECORAZIONI NATURALI TRA ARTE E ARCHITETTURA

L’utilizzo dei prodotti naturali nelle finiture decorative è una passione fin dall’antichità. Mille anni prima di cristo gli egizi ed i cretesi rivestivano le pareti di mattoni delle loro case con stucchi ornandole di pitture. I greci usavano gli stucchi per migliorare i dettagli architettonici delle abitazioni nobili ed i romani, che apprezzavano molto le qualità di questi prodotti, fecero conoscere queste tecniche in Asia minore e soprattutto in Persia, dove abili artigiani affinarono sempre più la tradizione. Con l’espansione dell’Islam verso l’occidente, queste lavorazioni arrivarono anche in Europa in paesi come la Spagna dove l’esempio più significativo è l’Ahlambra a Granada. L’uso dei prodotti naturali venne sviluppato e migliorato in Italia, Francia, ed in Germania.

Questo tipo di decorazioni vennero scelte, per la loro bellezza e raffinatezza, da famiglie importanti quali gli Sforza di Milano e i De Medici di Firenze, ed utilizzate nella Venezia barocca quale indispensabile rivestimento degli interni delle case. Il periodo di massimo splendore di tali tecniche è il Rococò, in cui vennero utilizzate per creare vere opere d’arte. Gli artigiani, specializzati nelle tecniche di utilizzo dei prodotti naturali, scomparvero con l’arrivo della rivoluzione industriale: si scoprirono nuovi materiali, produzione in serie, bassi costi e facilità di applicazione ovviamente a scapito dell’estetica.

Ma il settore delle finiture decorative è ancora attivo. In Italia, l’azienda Italian Style Decoration, opera da un trentennio sia in campo nazionale che internazionale collaborando con architetti e progettisti nella realizzazione di svariate opere.
Dagli stucchi decorativi agli stucchi veneziani passando per lo stucco marocchino e marmorino, l’azienda offre un’ampia gamma di stucchi e decori, assistendo il cliente nella scelta degli elementi, nella cura dei dettagli e dello stile che meglio valorizza gli ambienti studiando soluzioni flessibili e personalizzate, finiture affidabili e durevoli nel tempo. Mario Ruggero Rossini di ISD ci racconta in breve come vengono realizzate alcune decorazioni.

decorazioni a soffitto“Le decorazioni impreziosiscono il soffitto di particolari unici. Per realizzarle è stato utilizzato il grassello di calce diluito (finitura naturale da utilizzarsi per rendere lisce le superfici intonacate), le tinte utilizzate sono tutte terre naturali che sono state dapprima disperse in acqua e quindi stese con cura sul grassello di calce precedentemente preparato. Un altro tipo di lavorazione è rappresentato dallo stucco lucido che conferisce alle pareti un aspetto lucente e regolare. Per ottenere un ottimo risultato occorre preparare per il sottofondo uno strato di arriccio (rivestimento) a base di calce bianca e sabbia, successivamente è necessario stendere uno strato di calce bianca spenta e polvere di marmo, infine uno strato di calce bianca spenta. Viene utilizzata polvere di marmo finissima e sapone “di Marsiglia”, l’intonaco viene levigato con un ferro prima a freddo poi caldo e la colorazione viene effettuata con terre naturali. 

stucco marocchinoUn’altra possibile finitura è quelle del Tadelakt (o stucco marocchino). Questo tipo di finitura conferisce alle pareti trasparenze, profondità e riflessi brillanti di colori unici nel loro genere, dolci e vellutati. La calce utilizzata viene estratta dalle cave nei dintorni di Marrakesh ed ha una particolare mineralità. Il sasso di calce viene frantumato con spruzzi d’acqua fino a ridurlo in una polvere finissima; successivamente viene dispersa in acqua fino ad ottenere una pastella pronta per essere applicata sulla parete in più strati, fino ad ottenere una finitura lucida, omogenea e trasparente. Al fine di ottenere una maggiore brillantezza viene applicato uno strato di sapone nero a base di olio di oliva steso con cannovacci e lucidato con pietre di fiume”.

Insomma, se volete creare un’atmosfera particolare in casa vostra, le finiture decorative realizzate con i materiali naturali sono proprio quello che fa per voi.

In copertina: Alhambra © Sami Salmenkivi
Nel testo: decorazioni a soffitto e stucco marocchino © Italian Style Decoration

di Fabio De Martino

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *