5 FEBBRAIO: GIORNATA CONTRO LO SPRECO ALIMENTARE

Quanto cibo finisce dalle nostre tavole direttamente nella spazzatura? Parecchio secondo i dati  elaborati da Waste Watcher – osservatorio di Last Minute Market con il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroalimentari dell’Università di Bologna secondo cui solo nel gennaio di quest’anno ciascuna famiglia ha sprecato mediamente 198 grammi di alimenti alla settimana.
Sprecare implica anche dei costi. Infatti secondo uno studio del 2013 lo spreco domestico costa agli italiani 8,7 miliardi di euro l’anno, ovvero oltre mezzo punto di Pil, cioè 7,06 euro settimanali a famiglia. Come uscirne e con che mezzi? L’obiettivo è riuscire a dimezzare lo spreco alimentare sollecitando anche l’Europa con un piano con soluzioni concrete ed efficaci per la riduzione degli sprechi e quindi dei rifiuti.
La campagna del Ministero dell'Ambiente

La campagna del Ministero dell’Ambiente

Sensibilizzare è importante. Per questo motivo si è pensato a una Giornata dedicata alla prevenzione dello spreco alimentare in Italia, istituita dal nostro Ministero dell’Ambiente non solo per recuperare lo spreco alimentare ma soprattutto per “prevenirlo”. La campagna contro gli sprechi sarà condotta dalle Istituzioni con la collaborazione di Enti e realtà no-profit (dal WWF a Oxfam) che insieme lavoreranno a un Piano Nazionale di lotta allo spreco alimentare.
Per approfondire i lavori della Consulta potete visitare il sito del Ministero dell’Ambiente.

In copertina: Cibo © Raleene Cabrera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *