TUTTI A BORDO CON MOMO

Il car sharing supera i confini nazionali e dà vita a una rete europea. Merito del progetto Momo (More options for energy efficient Mobility through car-sharing), l’iniziativa per promuovere l’auto condivisa cofinanziata dal programma Iee (Intelligent energy Europe) dell’Unione europea.
L’obiettivo principale del progetto è quello di contribuire alla creazione di modelli di mobilità sostenibile basati non più sul concetto di proprietà dell’autovettura, bensì sull’uso di diverse modalità di trasporto sostenibile, verso nuove reti intermodali. Il car sharing viene presentato infatti come servizio decentrato di noleggio di autovetture che si integra e completa con i mezzi pubblici, la bicicletta e il camminare. In questo quadro è previsto il collaudo di una Mobility card multimodale, che incentivi una mobilità personale più razionale e un uso più efficiente delle risorse.
Con un budget di oltre 2 milioni e mezzo di euro, oggi Momo coinvolge otto paesi europei coordinati dalla città di Brema, oltre a Comuni, operatori del car sharing, agenzie energetiche, istituti di ricerca e l’Organizzazione internazione per il trasporto pubblico Uitp. L’ambizioso obiettivo finale è la creazione entro il 2011 di 20 mila nuovi utenti dei servizi di car sharing, in particolare con l’introduzione ex novo del servizio in Grecia e in Repubblica Ceca. Si tratta di un’ottima occasione per sostituire 3.500 vetture inquinanti, utilizzare al meglio lo spazio urbano ed eliminare 6 mila tonnellate di Co2 all’anno. Infine, Momo prevede la condivisione di know how e buone pratiche per rendere più efficiente il servizio offerto agli utenti, garantire maggiore risparmio energetico e diffondere la conoscenza del car sharing in tutti i paesi coinvolti, Italia compresa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *