STRATEGIA ENERGETICA NAZIONALE

E’ stato approvato qualche giorno fa dai Ministri Passera e Clini, il documento di strategia energetica che prevede quattro grandi obiettivi in tema energetico. Il primo riguarda proprio la riduzione dei costi energetici (è possibile, a fronte della riduzione di prezzi e di oneri impropri, un risparmio di circa 9 miliardi di euro l’anno sulla bolletta nazionale di elettricità e gas che oggi è pari a circa a 70 miliardi) , a questo segue il pieno raggiungimento e superamento di tutti gli obiettivi europei in materia ambientale (riduzione di gas serra del 21% rispetto al 2005, riduzione del 24% dei consumi primari e trasformazione delle energie rinnovabili nella prima fonte del settore elettrico). Il terzo e il quarto punto riguardano il raggiungimento di una maggiore sicurezza di approvvigionamento e sviluppo industriale del settore energetico (investimenti da qui al 2020 sia nella green che nella white economy).
Per realizzare questi obiettivi sono stati definite sette priorità di azione con specifiche misure che in parte sono a tutt’oggi in corso di definizione.
La Strategia Energetica Nazionale è il frutto di un ampio processo di consultazione pubblica avviata a metà ottobre con l’approvazione in Consiglio dei Ministri e il confronto con tutte le Istituzioni (Parlamento, Autorità per l’Energia…), delle associazioni di categoria e ambientaliste, dei sindacati e da enti di ricerca. Confronto che ha permesso di recepire numerosi contributi e inserirli all’interno del documento. Tra questi: la definizione di strategie di lungo periodo, una quantificazione di costi e benefici, una definizione più precisa delle Infrastrutture Strategiche gas con particolare riferimento agli impianti di stoccaggio e rigassificazione e una migliore definizione degli strumenti riguardanti il campo dell’efficienza energetica.
Per approfondire e consultare la documentazione in formato completo si può visitare il sito del Ministero dello Sviluppo Economico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *