SOSTENIBILE IKEA

Prendersi cura delle persone e dell’ambiente. Da anni Ikea è impegnata su questo fronte in tutte le tappe della sua catena produttiva: dalla concezione del prodotto al singolo punto vendita. Lo dimostrano i numerosi progetti sui temi della mobilità sostenibile, del riciclaggio, del risparmio energetico, le iniziative di beneficenza, il supporto a interventi educativi nelle zone più povere del mondo.
L’obiettivo dichiarato dal colosso svedese è quello di “conciliare in un’unica visione l’aspetto economico, il rispetto per l’ambiente e quello per le persone – ci spiega Riccardo Giordano, Environmental Manager di Ikea Italia Retail – Perché economia e sostenibilità non sono incompatibili, anzi: solo collegando questi due aspetti si può imboccare la strada verso la sostenibilità”.
Partendo da questo presupposto Ikea ha individuato cinque aree su cui focalizzare il proprio impegno: vita domestica sostenibile, riduzione della carbon footprint, responsabilità sociale, uso sostenibile delle risorse del pianeta, trasparenza nel business. È così che l’azienda riesce oggi a raggiungere i propri obiettivi commerciali, a dare una mano all’ambiente e a promuovere comportamenti virtuosi. “Una filosofia aziendale di questo tipo rassicura clienti e collaboratori. Si percepisce di avere a che fare con un’azienda che condivide determinati valori sociali e ambientali, e questo aiuta anche a contenere i costi”. Come? Ikea sfrutta efficacemente le risorse e le materie prime, promuove l’efficienza energetica, sceglie il trasporto delle merci su rotaia, si circonda di persone motivate e migliora le condizioni lavorative presso i fornitori chiedendo loro di rispettare il codice di comportamento “The Ikea Way on Purchasing Home Furnishing Products”. Ogni anno inoltre pubblica un Report ambientale, documento che serve a far conoscere all’esterno quali sono gli impatti delle iniziative Ikea in Italia e nel mondo, e le conseguenti implicazioni ambientali e sociali. “La sua pubblicazione è un atto spontaneo e volontario, che si inserisce in una precisa politica di trasparenza perseguita dall’azienda, ma risulta anche un’occasione per mettere in luce i valori che stanno alla base di Ikea, grazie ai quali diventa possibile tendere verso l’obiettivo di una crescita sostenibile”.
Ti abbiamo fatto venire voglia di fare un salto da Ikea? Dal 15 al 24 ottobre portando in negozio una vecchia trapunta o una coperta potrai partecipare al progetto “Ri-scalda la notte”. Le coperte verranno donate a persone in difficoltà, e in cambio riceverai un buono Ikea da 10 euro. Nei negozi di Carugate, Corsico e San Giuliano Milanese invece il 25 ottobre prenderà il via “Ri-giocami”, una raccolta di giochi nuovi e usati per i bimbi milanesi e i piccoli malati di Chernobyl e della Bielorussia, che si concluderà alla fine del mese. In cambio i donatori riceveranno una carta acquisto Ikea del valore di 5 e 10 euro a seconda della dimensione della scatola riempita.
E ancora: presso tutti i punti vendita Ikea in Italia è oggi possibile ritirare la “Bulb box”, una scatola di cartone dove raccogliere le lampadine a basso consumo che non funzionano più. Per ogni scatola riconsegnata Ikea provvederà a far riciclare correttamente le lampadine, donerà al Wwf un euro per progetti di conservazione ambientale e consegnerà ai suoi clienti un buono per una confezione di tre lampadine a basso consumo da 11 Watt. Conclude Giordano: “Sono tutti esempi di coinvolgimento attivo del cliente: lui fa la sua parte e noi ci impegniamo a fare la nostra. Questo vale sia al momento dell’acquisto e del montaggio dei mobili sia nel campo della responsabilità sociale e ambientale”.

SUSTAINABLE IKEA
Taking care of people and environment. Ikea is working on this front from many years at all stages of its production chain: from product design to individual stores. This is demonstrated by the projects on the issues of sustainable transport, recycling, energy saving, and by educational support in the poorest parts of the world.
The objective stated by the Swedish giant is “to reconcile in a single approach economic profit, respect for the environment and for humans – Riccardo Giordano, Environmental Manager of Ikea Italia Retail, explains –
Economics and sustainability aren’t incompatible: only linking these two issues we can be on the road to sustainability”. On this basis Ikea has identified five areas on which focusing its efforts: sustainable domestic life, carbon footprint reduction, social responsibility, sustainable use of world resources, transparency in business. This is how the company can now achieve its business objectives, helping out the environment and promoting a good behavior.
“This philosophy reassures customers and employees. They perceive to deal with a company that shares certain social and environmental values, and this even helps to contain costs”. How? Ikea uses effectively resources and raw materials, promotes energy efficiency, choose goods carriage by rail, surrounds himself with people motivated and improves working conditions at suppliers asking them to respect the code of conduct “The Ikea Way on Purchasing Home Furnishing Products”.
Every year Ikea also publishes an Environmental Report, a document that serves to make known what are the impacts of Ikea initiatives in Italy and worldwide, and the environmental and social implications. “Its publication is a spontaneous and voluntary act, which is part of a policy of transparency followed by the company, but it’is also an opportunity to highlight the values that underlie Ikea, whereby it becomes possible to aim towards the goal of sustainable growth”.
We’ve made you want to go shopping to Ikea? From October 15-24, bringing to the stores an old quilt or a blanket you can join the project “Ri-scalda la notte” (Re-warm at night”. The blankets will be donated to people in need, and in return you’ll receive a, Ikea voucher of 10 euros. Carugate, Corsico and San Giuliano Milanese’s stores on October 25-31 will kick off “Re-giocami” (Play me again), a collection of new and used games for sick children of Milan, Chernobyl and Belarus. In return, donors will receive an Ikea voucher of 5 or 10 euros, depending on the size of the box filled.
And again, at all Ikea stores in Italy is now possible to withdraw the “Bulb box”, a cardboard box where you could put the light bulbs that no longer work. For each box returned to Ikea will recycle the bulbs properly, donate one euro to the WWF conservation projects and deliver to its customers a voucher for a pack of three light bulbs of 11 watts. Giordano ends:
“These are all examples of the active involvement of the client: he does his part and we’re committed to doing our own. This is true both at the time of purchase and installation of furniture as in the field of social and environmental responsibility”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *