SACCHETTO DI PLASTICA? NO, GRAZIE

È partita lo scorso aprile la campagna “Porta la sporta”, sul tema della riduzione dei rifiuti. Il progetto punta in particolare l’attenzione su un materiale, la plastica, e invita i cittadini e gli esercenti commerciali a gettar via per sempre i comuni sacchetti monouso e a sostituirli con borse e altri contenitori riutilizzabili.
L’iniziativa, promossa dall’Associazione dei Comuni Virtuosi con il patrocinio del Wwf, è rivolta a comuni, regioni, associazioni e singoli cittadini del territorio nazionale. Lo scopo è quello di suggerire e diffondere soluzioni alternative a quelle attualmente in uso, facendo riflettere sui problemi connessi alla produzione e allo smaltimento degli shopper in plastica. Questi nascono infatti con grande dispendio di energie non rinnovabili e, una volta in circolazione, sono materiali altamente inquinanti.
A oggi hanno aderito al programma “Porta la sporta” due regioni (Marche e Toscana), le province di Torino, Asti, Novara e Ancona, oltre a numerose associazioni ed enti nazionali e locali. Importanti le campagne di sensibilizzazione fatte attraverso volantini, poster e video, come testimonia il sito www.portalasporta.it, ricchissimo di informazioni e materiali. In Italia manca infatti un divieto vero e proprio per la commercializzazione dei sacchetti in plastica. La scelta per il momento è lasciata alle singole catene commerciali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *