QUANTO È GRANDE UNA TONNELLATA DI CO2?

Mettete insieme l’artista italiano Alfio Bonanno, l’architetto americano Cristophe Cornubert e l’organizzazione Millenium Art. Date loro un obiettivo: trovare un modo originale per sensibilizzare più persone possibili sullo spinoso tema del riscaldamento globale. Il risultato? Co2 Cube, un cubo grande come una casa (tre metri quadrati circa) che fino al 18 dicembre galleggerà sulle acque del lago Saint Jørgen di Copenhagen.
L’idea degli artisti è di rappresentare in questo modo un contenitore grande a sufficienza per contenere una tonnellata di anidride carbonica immagazzinata in uno spazio con pressione atmosferica standard. Una quantità pari all’impronta di carbonio mensile del cittadino europeo medio, e alla Co2 prodotta da un abitante degli Stati Uniti in sole due settimane.
Il cubo è dotato di un forte supporto multimediale, con schermi posizionati su tutti i lati a proiettare immagini e filmati legati al cambiamento climatico. Cittadini e turisti in visita a Copenhagen possono già godere dello spettacolo offerto dall’installazione: basta passeggiare sul molo che ne circonda il perimetro.
L’arte sposa così la causa ambientale per far discutere. Se il problema dei cambiamenti climatici è spesso l’impalpabilità della questione, grazie a Bonanno e a Cornubert non si può più restare indifferenti. Nemmeno la location è scelta a caso: nel Medioevo il lago Saint Jørgen faceva parte di un sistema progettato per tenere sotto controllo il livello dell’acqua del fossato intorno alla città. Oggi, in contemporanea con Cop15, quello stesso luogo diventa simbolo concreto dell’importanza dell’acqua per le esigenze del genere umano. Infine, i visitatori potranno prendere parte in prima persona al dialogo globale sul clima, apportando idee e suggerimenti tramite un portale pensato proprio per questo scopo.

di Alice Paiosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *