MOBILITÀ SU DUE RUOTE? SÌ, GRAZIE

AAA Cercansi progetti innovativi per promuovere l’uso della bicicletta. Con questo obiettivo Regione Lombardia mette sul tavolo un bando da 6,8 milioni di euro.
L’iniziativa, alla sua seconda edizione, è un’idea della Giunta regionale lombarda su proposta dell’assessore alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo. Il bando in particolare si rivolge agli Enti locali, agli Enti gestori di parchi, alla Rete Ferroviaria Italiana e alle Ferrovie Nord.
L’obiettivo è quello di individuare idee e progetti che favoriscano la mobilità ciclistica. Come? Realizzando piste ciclabili e ciclopedonali ad esempio, ma anche velostazioni, aree di parcheggio per le biciclette, sottopassi e sovrappassi ciclabili e ciclopedonali, stazioni di bike sharing e noleggio bici. Il tutto dovrà essere pensato nei minimi dettagli. Tra le spese ammissibili infatti rientrano segnaletica, cartellonistica, canaline e scivoli per facilitare l’accesso delle bici. Senza dimenticare quanto necessario per la fornitura di servizi di custodia, assistenza e manutenzione.
L’idea è quella di facilitare gli spostamenti dei ciclisti di città, invogliandoli a scegliere la due ruote tutti i giorni. Per questo i progetti che prenderanno in considerazione il trasporto intermodale avranno un punteggio maggiore. Velostazioni e aree di parcheggio bici dovranno essere preferibilmente in prossimità di stazioni ferroviarie, metro tramvie, metropolitane o punti di approdo della navigazione. Verrà data inoltre preferenza alle piste ciclabili e ciclopedonali che raggiungono stazioni e punti di approdo, così come a piste ciclabili e ciclopedonali che si collegano a piste già esistenti e a nodi di interscambio. E ancora. Per promuovere l’uso della due ruote in tutte le fasce d’età il bando invita a prendere in considerazione l’inserimento nel tessuto urbano delle biciclette elettriche a pedalata assistita.
Le domande di contributo devono essere presentate entro l’11 ottobre 2010. I progetti dovranno avere un costo massimo complessivo compreso tra i 100 mila e gli 800 mila euro, con una richiesta di contributo non superiore al 50%. Fanno eccezione i Comuni fino a 3.000 abitanti, i Comuni montani con popolazione non superiore ai 5.000 abitanti e le Comunità montane, che potranno richiedere un contributo fino al 90% della spesa totale.

 

BIKE MOBILITY? YES, THANKS
AAA Innovative cycling projects wanted! With this objective the Lombardy Region puts up an invitation from 6.8 million.
The initiative, in its second edition, is an idea of the Lombardy Regional Government on the proposal of Infrastructure and Mobility deputy Raffaele Cattaneo. The call is directed in particular to local authorities and the company of railways.
The objective is to identify ideas and projects that promote cycling mobility. How? Creating pedestrian and cycle paths, for example, but also velostazioni, parking for bikes, bicycle and pedestrian overpasses and underpasses, bike sharing stations and bike rental. Everything must be thought of in great detail. Among the eligible expenses fact fall signage, displays, ducts and chutes for easy access by bike. Not to mention what is necessary for the provision of care services, support and maintenance.
The idea is to facilitate the movement of cyclists in the city, encourage them to choose two wheels every day. For this project, which will consider intermodal transport will have a higher score. Bicycle parking areas should preferably be near the railway stations, metro trams, subways or landing points of sailing. Furthermore, preference will be given to pedestrian and bike paths that reach the landing points and stations, as well as bicycle paths and pedestrian trails that connect to the existing and interchanges. And again. To promote the use of two wheels in all age groups, the band invites to consider the inclusion in the urban fabric of electric bicycles with pedal assistance.
Applications for assistance must be submitted by October 11, 2010. Projects should have a maximum total cost between 100 thousand and 800 thousand euros, with a request for assistance does not exceed 50%. The exceptions are the municipalities up to 3,000 inhabitants, the mountain communities with a population not exceeding 5,000 inhabitants and mountain communities, which may require a contribution of up to 90% of total expenditure.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *