salviamo i ciclisti

MILANOBICIMAP

A Milano c’è una bella novità per gli amanti delle due ruote:è nato Milanobicimap.it, un nuovo sito web  realizzato da ACTL e Fiab Ciclobby Onlus, che consente di individuare in modo semplice ed immediato (anche attraverso uno smartphone) il percorso più adatto da percorrere in bicicletta inserendo il punto di partenza e di arrivo.
Actl, associazione per la Cultura e il Tempo Libero, ci parla meglio di questa iniziativa.

Come è nata l’idea e la voglia di collaborare con un altra realtà?
Milanobicimap.it rappresenta il prodotto finale del progetto Giromilano, un’iniziativa di ACTL e Fiab Ciclobby Onlus, realizzata con il contributo di Fondazione Cariplo. GiroMilano è nata per raggiungere un miglioramento della ciclabilità in città. Infatti attraverso la mappatura dell’esistente, sono state  realizzate delle  schedature dettagliate di ciascun tratto permettendo di valutare la qualità delle piste esistenti ed evidenziare criticità/problematiche da risolvere”.

Qual’è l’obiettivo dell’iniziativa?
L’iniziativa è nata con l’obiettivo di diffondere una nuova cultura dell’utilizzo della bicicletta in città come mezzo di trasporto alternativo all’automobile e ai trasporti pubblici. Attraverso il portale vengono quindi evidenziati tutti quegli aspetti della strada che ne consentano un uso agevole per la bicicletta quindi valorizzare un patrimonio che Milano possiede ma che spesso non è conosciuto: una rete di strade ampie, piane, spesso alberate, all’interno delle quali si può pedalare agevolmente, supportare il ciclista vuol dire sia aiutarlo a muoversi più agevolmente sia riconoscere alla bici uno spazio “alla pari” nella mobilità urbana”.

Ma entriamo nel dettaglio del progetto…come è avvenuta la mappatura?
“Milanobicimap.it è il risultato di un’analisi e mappatura delle strade di Milano considerando sia le piste ciclabili esistenti sia le strade “friendly” ovvero adatte ad essere percorse in bicicletta. La mappatura ha portato alla suddivisione del Comune di Milano in circa 80 riquadri 2×2 km di lato. Ogni riquadro contiene in media 200 schede che identificano le strade tenendo conto di alcuni parametri tra cui la classificazione della strada (primary, secondary, tertiary), il tipo di pavimentazione (asfalto, pavè, lastricato, presenza di rotatie del tram ecc.), il imite di velocità e lo spazio per la bici. Quest’ultimo è un nuovo parametro di valutazione introdotto per la realizzazione del portale e intende identificare lo spazio sulla carreggiata che permette al ciclista di pedalare con maggiore tranquillità”

Cosa è emerso dalla mappatura?
“Da questa ricerca è emerso che il 45% delle strade a Milano hanno una larghezza sufficiente, il 35% buona e il 21% critica. Un’altra caratteristica distintiva di Milanobicimap.it risiede nella modalità in cui è stato realizzato il routing per le biciclette: questa infatti rappresenta infatti la prima campagna capillare, realizzata in un arco di tempo contenuto, di aggiornamento e approfondimento dei dati “sensibili” per il ciclista relativi alle strade milanesi. Il risultato della rilevazione è servito anche per aggiornare i dati della mappa OpenStreetMap (www.openstreetmap.org). In particolare, sono state verificate e corrette le informazioni relative al nome delle strade, alla presenza di sensi unici, di zone a traffico limitato e divieti d’accesso.Tali informazioni aggiornate potranno essere utilizzate anche da tutti quei sistemi e servizi che utilizzano i dati di OpenStreetMap, non solo da Milanobicimap”.

Chi ha realizzato la mappatura?
“La fase di mappatura delle strade è stata effettuata da una trentina di volontari che hanno quindi avuto un ruolo fondamentale. Ogni mappatore aveva la possibilità di scegliere una zona d’interesse”.

Per visitare il sito di milanobicimap clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *