MILANO, TRA PASSATO E FUTURO

Expo 2015 sarà anche l’occasione per un’azione di manutenzione, promozione e comunicazione delle principali realtà archeologiche presenti nel centro storico di Milano, con il progetto “Milano Archeologica per Expo 2015”.
Tra le attività di intervento del progetto rientrano:
– il restauro della Torre poligonale, del tratto delle mura romane e della Torre romana del Circo all’interno della sede del Civico Museo Archeologico;
– il restauro delle sepolture paleocristiane sotto la Basilica di Sant’Eustorgio;
– la valorizzazione delle realtà archeologiche presso la Basilica di San Nazaro in Brolo

E’ stato creato un itinerario di visita, percorribile a piedi, in cui sono stati inseriti gli spazi previsti dal progetto, circa 30. Ogni tappa è corredata di pannelli e un pieghevole con informazioni sull’area visitata. Tra le tappe anche l’area sottostante al Duomo, il Foro romano presso la Biblioteca Ambrosiana e l’area di via Gorani.

L’assessore alla Cultura, Filippo Del Corno, spiega gli obiettivi dell’iniziativa: “Questo progetto, fondamentale per acquisire la conoscenza del passato, anche il più remoto, della città di Milano, è il frutto di un patto virtuoso che lega oggi utilità pubbliche e private, per raggiungere il comune obiettivo di conservare quel ruolo di capitale che Milano ha sempre avuto”.

Il progetto è promosso da Comune di Milano, Arcidiocesi, Regione Lombardia e Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia e cofinanziato da Fondazione Cariplo. La realizzazione è stata possibile anche grazie al supporto scientifico di Politecnico di Milano, Università Cattolica e Università degli Studi di Milano.

Maggiori informazioni sul sito del Comune di Milano.

In copertina la Basilica di Sant’Eustorgio © Filip Maljković.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *