LE ECO-FESTE

Con l’arrivo dell’estate tornano le feste in piazza. Solo in Emilia Romagna ogni anno vengono organizzati centinaia di eventi che però, se non gestiti in modo corretto, causano problemi in considerazione del forte consumo di stoviglie “usa e getta” di plastica e di imballaggi.
La regione emiliana ha così deciso di far fronte a questo problema e di promuovere un bando per incentivare la riduzione della produzione dei rifiuti e il potenziamento della raccolta differenziata. Il bando si chiama “Ecofeste Emilia-Romagna” e mette a disposizione dei finanziamenti per i Comuni, Associazioni Onlus e Proloco che organizzeranno degli eventi all’insegna della sostenibilità.
“Il valore aggiunto delle azioni promosse con il bando – ha spiegato Sabrina Freda,  assessore regionale all’Ambiente – è la capacità di innescare meccanismi virtuosi di sensibilizzazione e consapevolezza attraverso il coinvolgimento diretto dei cittadini nei momenti di auto-aggregazione associativa e civica. Queste iniziative assumono una rilevanza ancora maggiore se le inseriamo nel contesto della nuova fase di pianificazione che la Regione sta avviando e che nei prossimi mesi ci vedrà coinvolti attivamente nella elaborazione del piano regionale rifiuti”.
L’assegnazione dei contributi avverrà, nel limite delle risorse a disposizione, sulla base di una istruttoria che prenderà in considerazione le dimensioni del progetto, gli interventi di riduzione dei rifiuti previsti e la loro integrazione con altre buone pratiche come, ad esempio, le azioni per il risparmio idrico ed energetico, la valorizzazione degli aspetti naturali del territorio, la promozione dei prodotti da agricoltura biologica.
Tutte le iniziative che saranno qualificate come Ecofeste, oltre agli incentivi economici, riceveranno il logo “Ecofeste Emilia-romagna” da utilizzare nei materiali promozionali ed informativi realizzati.
Le richieste di partecipazione al bando dovranno essere trasmesse entro il 15 giugno.
Per maggiori informazioni e consultare il bando completo visitare il sito di Regione Emilia Romagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *