LAMPIONI ALIMENTATI… A SPAZZATURA

Illuminare le strade cittadine e smaltire i rifiuti urbani. Tutto in un colpo solo. È quanto promette il designer Haneum Lee con il suo Gaon Street Light, un lampione alimentato a spazzatura.
Dal punto di vista estetico, il lampione è simile a quelli che siamo abituati a vedere ogni giorno in città. La novità sta alla base della struttura, dove è posizionato un contenitore che raccoglie i rifiuti organici, dai quali si genera il metano necessario per illuminare strade e piazze.
I passanti potrebbero utilizzare Gaon Street Light come un vero e proprio cestino dove gettare gli scarti dei pasti quotidiani. Di tutto il resto si occuperebbe il sistema interno del lampione, che sarebbe in grado di bruciare la spazzatura e trasformarla in metano, un’energia che può salire verso l’alto e andare così ad alimentare la lampada. Il compost di scarto verrebbe invece dirottato in senso contrario, in attesa di essere recuperato e utilizzato come concime.
Sulla carta l’idea è molto buona, secondo quanto si può leggere nella rivista specializzata “Yanko Design”, la prima a parlare del progetto. Si attendono ora i primi test, per verificare l’efficienza dei nuovi lampioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *