LA BIENNALE DELLO SPAZIO PUBBLICO A ROMA

Dal 16 al 18 maggio, alla Casa dell’architettura di piazza Manfredo Fanti e nei locali della Facoltà di architettura dell’Università di Roma Tre, si terrà l’evento conclusivo della Seconda edizione della Biennale dello spazio pubblico. La Biennale, come due anni fa, si prende l’impegno di diventare osservatorio permanente e privilegiato da cui poter diffondere esempi positivi, stimolare il dibattito, intercettare le buone pratiche in Italia e all’estero.
Lo slogan di questa edizione, “Prove di città”, vuole puntare l’attenzione sulla necessità di ripristinare i valori propri della città a fronte di fenomeni di incontrollata dispersione urbana e affermare l’esigenza di fornire strumenti operativi concreti per la rigenerazione urbana.
La Biennale dello spazio pubblico seguirà una formula sperimentata con successo due anni fa, all’insegna dell’incontro, del dialogo e della condivisione, e affronterà temi come la rigenerazione urbana, il partenariato pubblico e privato, la valorizzazione del patrimonio pubblico dismesso, l’accessibilità e la sicurezza per figure deboli come bambini, anziani e disabili che saranno chiamati a essere protagonisti di alcuni eventi creativi.
Si incontreranno e parteciperanno alla mostra e ai workshop progettisti, amministratori, docenti, studiosi italiani e stranieri, studenti ma soprattutto semplici cittadini desiderosi di apprendere i metodi e le possibilità per creare o riqualificare gli spazi urbani che spesso le amministrazioni pubbliche, a causa delle ristrettezze finanziarie, non riescono a valorizzare e mantenere.
Giovedì 16 maggio si darà il via all’evento con la premiazione relativa ai concorsi ”Quale spazio pubblico? Idee per nuove forme”, “ Spazio pubblico/network/innovazione sociale” e “Progetto e gestione dello spazio pubblico” a cui seguirà la presentazione dei progetti e un dialogo con i vincitori. Si continua con la premiazione dei concorsi di fotografia “Ritratti di quartiere” e ”SPAC- spazi pubblici attivatori di cittadinanza- concorso Carla Melazzini”. Dopo un dialogo con i premiati, la prima giornata si concluderà con l’inaugurazione della mostra.
Il giorno dopo, durante la mattinata verrà illustrato il percorso della Biennale 2011-2013, la sua struttura tematica e organizzativa. Nel pomeriggio seguiranno vari interventi tra i quali “Urbano-Pro: un patto per la rigenerazione delle città italiane” sulle iniziative di rigenerazione urbana sostenibile e “La bicicletta e il ridisegno dello spazio urbano”, sulle soluzioni per migliorare la ciclabilità nelle aree urbane.
Due i workshop principali nell’ultimo giorno di incontri, “La città che vogliamo – spazio pubblico, inclusione sociale e diritti di cittadinanza”, un momento di confronto tra le associazioni e gruppi informali di cittadini, progettisti e esperti di processi partecipativi  e “Il progetto del parco verde urbano”, che vuole approfondire alcune questioni chiave relative alla progettazione e gestione dei parchi urbani e riaffermare il ruolo strategico delle aree verdi delle città nonostante la mancanza di ricorse pubbliche.
La partecipazione all’evento è libera e gratuita.
Maggiori informazioni e programma dell’evento al sito ufficiale della Biennale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *