KLIMAHOUSE GOLD MEDAL

La prima edizione del “Klimahouse Gold Medal” si è conclusa ieri in grande stile, con la premiazione di sei aziende giudicate esemplari nel campo della ricerca e dell’innovazione e per il costante impegno dimostrato in relazione ai temi della produzione di soluzioni costruttive ecosostenibili. L’iniziativa è stata promossa dal Gruppo 24 ore in collaborazione con Fiera Bolzano ed è stata inserita all’interno della conferenza stampa di presentazione di Klimahouse 2013, Fiera internazionale specializzata per l’efficienza energetica e la sostenibilità in edilizia.
Ma scopriamo quali sono state, tra 108 imprese candidate, le sei vincenti:
Edilteco: per l’impegno e la ricerca applicata al tema del recupero edilizio, delle tecniche di isolamento termico e per la forza con la quale ha saputo riprendere le attività a seguito del sisma dell’Emilia che ha duramente colpito la produzione.
Finstral: per aver raggiunto i più alti risultati di qualità e di sostenibilità, con soluzioni estremamente innovative per le quali la certificazione di qualità o energetica non sono mai state considerate un adempimento ma un’opportunità.
Gruppo Rubner: per la passione e l’impegno profusi a raggiungere, mediante l’utilizzo del legno, le più alte performance strutturali ed energetiche creando nuove opportunità per i mercati della progettazione e delle costruzioni.
Naturalia Bau: per avere lavorato allo sviluppo di prodotti naturali per l’edilizia con l’obiettivo di garantire il massimo comfort nel pieno rispetto della natura e secondo i più rigorosi principi della sostenibilità.
Saint Gobain: per aver fatto della tecnologia e della sostenibilità i paradigmi della loro produzione con un impegno di particolare importanza in merito ai temi della costruzione a secco e del recupero e riciclo dei materiali.
Schock Italia: per aver applicato una tecnologia innovativa e risolutiva di un noto costruttivo di particolare complessità rispetto al tema dell’isolamento e del conseguente risparmio energetico e per averla fatta comprendere al pubblico dei tecnici.
Queste quindi le proposte giudicate più innovative e capaci di coniugare, in una sintesi olistica tra tecnologia e soluzione formale, materiali e sistemi costruttivi occorrenti per realizzare edifici dagli elevati standard di ecosostenibilità.
Alla prossima edizione!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *