IN ITALIA SI CAMBIA MUSICA

Al via la seconda edizione di Edison Change The Music, il primo progetto italiano che promuove sostenibilità e risparmio energetico in ambito musicale. L’Italia, sostengono i promotori dell’iniziativa, è molto attenta a queste tematiche, come dimostra l’interesse manifestato già lo scorso anno da artisti, organizzatori di concerti e pubblico, giovani compresi. Dati incoraggianti vengono anche dall’osservatorio che monitora le emissioni di Co2 associate agli eventi musicali, verificandone l’impatto ambientale. Gli studi rivelano che nel 2008 i concerti eco-compatibili hanno evitato la produzione di ben 300.000 tonnellate di Co2, pari alle emissioni di 150.000 famiglie in un anno. Si assiste in particolare alla riduzione delle emissioni prodotte dai concerti di grandi dimensioni, dove prevale l’adozione di soluzioni tecnologiche “pulite” e di comportamenti sostenibili. L’utilizzo di energia da fonti rinnovabili per gli impianti elettrici e di illuminazione, la scelta di spostarsi tramite car pooling anziché con l’auto personale e la diffusione di materiale promozionale stampato su carta riciclata sono solo alcuni esempi.
Edison Change The Music propone tre iniziative. Anzitutto, una community online divisa tra Facebook, MySpace e Twitter, dove si può aderire ai principi del progetto, trovare consigli e informazioni tecniche e arricchire il programma con i propri spunti e suggerimenti. Quindi, il “Green music book”, una guida sul risparmio energetico e la riduzione delle emissioni nella musica, aggiornata in tempo reale sul sito www.edisonchangethemusic.it. Infine, un concorso aperto fino al 25 ottobre e dedicato ai giovani musicisti che aderiscono al progetto. Il vincitore dell’edizione 2009 parteciperà a un tour promozionale al seguito dei Velvet. Inoltre, i primi tre classificati potranno esibirsi all’interno del concerto live Edison Change The Music, che si terrà a Milano il prossimo novembre. Ovviamente, gli organizzatori dell’evento adotteranno il maggior numero possibile di comportamenti e di soluzioni tecniche a favore del risparmio energetico e del rispetto ambientale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *