IN BICI CON GOOGLE MAPS

Dopo i percorsi in automobile, a piedi e con i mezzi pubblici, ecco arrivare una nuova funzione per il servizio di mappe di Google: i tragitti dedicati alle biciclette.
Il merito dell’iniziativa è tutto degli utenti di Google Maps, firmatari di una petizione in cui chiedevano uno strumento per trovare indicazioni dettagliate sulle piste ciclabili e i percorsi urbani più adatti a essere affrontati in sella alla due ruote. È nato così il nuovo servizio, già avviato in 150 città degli Stati Uniti, e presto disponible anche per l’Europa.
Come funziona? L’utente deve scegliere un punto di partenza A e uno di arrivo B, selezionare la voce “bicicletta” dal menù e cliccare “ottieni indicazioni stradali”. Per impostazione predefinita, Google individua i percorsi più comodi e semplici per arrivare a destinazione, e propone diverse alternative fornendo le tempistiche e indicazioni chilometriche dettagliate.
Se invece si desidera valutare l’accessibilità di una città in particolare, è sufficiente selezionare “bicicletta” dal pulsante “altro” nell’angolo in alto a destra di Google Maps. Il sistema indviduerà tutti gli itinerari ciclabili della città in questione, differenziandoli in tre tipologie: i tragitti percorribili solo in bicicletta (verde scuro); le piste ciclabili urbane (verde chiaro); le strade senza piste ciclabili vere e proprie, ma consigliate per il traffico limitato, la conformazione geografica, la segnaletica stradale o altro (linea tratteggiata verde).
Le due modalità di utilizzo del sistema danno risposta a tutte (o quasi) le esigenze. Non si può ancora, ad esempio, ottenere percorsi diversi a seconda del grado di difficoltà desiderato. Presto però i ciclisti potranno disporre del servizio direttamente dal proprio cellulare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *