GLI APERITIVI DELLA GREEN ECONOMY

L’happy hour è l’appuntamento modaiolo per eccellenza a Milano. Finita la giornata di lavoro, ci si ritrova per chiacchierare e rilassarsi, tra salatini e cocktail di ogni tipo. Oggi questo rito cittadino sembra giunto a una svolta. Merito degli “Apegreen” organizzati da e-gazette.it, Fa’ la cosa giusta! e Legambiente.
Si tratta di una serie di sette aperitivi in cui affrontare in modo leggero i temi della green economy, oggi attualissimi in particolare dopo la campagna americana di Barack Obama. L’happy hour milanese diventa così un appuntamento per informarsi in modo innovativo sui temi della sostenibilità e dell’ambiente. Bicchiere in mano, in compagnia di ospiti sempre diversi si prova a spiegare quali sono le prospettive delle fonti rinnovabili, si riflette sul rapporto tra biocombustibili e agricoltura, si propongono esempi di edilizia sostenibile e di mobilità dolce.
Il primo aperitivo verde si è svolto lo scorso 25 settembre al Subway Cafè di via Principe Amedeo, la sede scelta per la serie di incontri, in programma fino a marzo 2010. Protagonista lo scienziato e ambientalista Gianni Silvestrini, ex-direttore generale del ministero dell’Ambiente e ora direttore scientifico del Kyoto club, che ha affrontato il tema del green business del XXI secolo. Nel prossimo appuntamento, fissato per il primo dicembre, si parlerà di innovazione sostenibile a partire dal basso. Alberto Masetti-Zannini, fondatore di “The Hub Milano”, parlerà della sua esperienza con questo network globale rivolto a chi lavora per un mondo migliore. Gli faranno compagnia Alberto Cottica, musicista folk ed economista, e Filippo Solibello di “Caterpillar”, la trasmissione di Radio2 che in questi anni ha appoggiato numerose campagne sui temi dello sviluppo economico e del risparmio energetico.

di Alice Paiosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *