FOTOSINTESI…ARTIFICIALE!

Un processo di fotosintesi clorofilliana artificiale. Questo è il progetto che un gruppo di ricerca del Mit sta seguendo. Sotto la guida del professor Daniel Nocera è stata sviluppata una “foglia artificiale”, grande come una carta da gioco, in grado di riprodurre il processo di fotosintesi clorofilliana delle piante trasformando la luce del sole e l’acqua in energia. La differenza cruciale dal normale processo di fotosintesi naturale è che l’energia prodotta dalla foglia artificiale è ben 10 volte superiore. Una sola foglia di queste sarebbe in grado di riscaldare un intero appartamento per intenderci.
Il progetto è stato presentato al Meeting Nazionale della American Chemical Society. Durante la presentazione il professor Nocera ha dichiarato che “la foglia artificiale è stata un Santo Graal della scienza per decenni. Essa può diventare una risorsa particolare come fonte economica di energia elettrica per le case dei poveri nei paesi in via di sviluppo. Il nostro obiettivo è fornire ad ogni casa una propria centrale elettrica “. A tal proposito il professore si augura che “tra non molto tempo i villaggi in India e in Africa potranno acquistare un conveniente sistema di alimentazione basato su questa tecnologia“.
Il dispositivo produce elettricità con l’acqua scissione delle sue due componenti, idrogeno e ossigeno. I gas di idrogeno e ossigeno poi vengono memorizzati in una cella a combustibile, che utilizza questi due materiali per produrre energia elettrica.
La foglia artificiale non è un concetto nuovo. La prima foglia artificiale è stata sviluppata più di dieci anni fa da John Turner della National Renewable Energy Laboratory il cui dispositivo, per un uso ampio, era poco pratico, costoso e instabile, con una durata di appena un giorno. La foglia di Nocera supera questi problemi. Nei vari studi di laboratorio, ha dimostrato infatti che un prototipo di foglia artificiale potrebbe funzionare in continuo per almeno 45 ore senza un calo dell’attività.
Nocera ha poi concluso dicendo che “la natura è alimentata tramite la fotosintesi, e penso che il mondo futuro sarà alimentato da fotosintesi anche attraverso questa foglia artificiale“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *