ENERGIA SOSTENIBILE IN CITTÀ

Una sfida tutta italiana per incoronare i piani e i progetti urbani più sostenibili. È quanto propongono il ministero dell’Ambiente e l’Istituto nazionale di urbanistica con la terza edizione del concorso “Energia sostenibile nelle città”. La competizione, presentata la scorsa settimana a Matera in occasione della Rassegna urbanistica nazionale 2010, fa parte della campagna di sensibilizzazione Sustainable energy Europe, nata per promuovere a livello europeo buone pratiche, idee e iniziative in materia di fonti di energia rinnovabile, risparmio ed efficienza energetica, trasporti sostenibili e combustibili alternativi.
Sono invitati a partecipare tutti coloro che hanno elaborato piani e progetti urbanistici attenti alle problematiche energetiche e alla sostenibilità dello sviluppo, nella speranza che questi esempi sappiano stimolare un cambiamento esemplare nella produzione e nell’utilizzo dell’energia all’interno delle comunità urbane, nella direzione di modelli più sostenibili anche in Italia.
Tre le sezioni in gara. Nella prima (Metodologia) si confronteranno diversi approcci ideati per gestire le problematiche connesse alla pianificazione urbana, ma anche a più larga scala. Il principale metro di giudizio sarà l’efficienza che i progetti in gara sono in grado di conferire al governo del territorio, anche in termini di domanda e offerta di energia. La seconda sezione (Progetti energeticamente sostenibili) comprenderà le soluzioni edilizie ritenute in grado di migliorare la gestione del capitale energetico di singoli edifici in città. L’iscrizione a questi primi due settori è aperta fino all’11 Settembre 2010 (bando su www.inu.it).
La terza e ultima sezione (Urbanpromo sustainable energy) premierà invece i progetti più meritevoli sotto il profilo della sostenibilità energetica presenti nella mostra Urbanpromo, l’evento di marketing urbano e territoriale che si terrà a Venezia dal 27 al 30 Ottobre 2010. In questo caso i concorrenti saranno selezionati tramite referendum in occasione della manifestazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *