COSA C’È IN FONDO AL LAGO?

Copertoni di automobili, bottiglie, sedie, lattine, bicchieri, cassette per la frutta, posate, piatti di plastica. Sono solo alcuni dei tanti oggetti che si possono scovare sul fondo dei laghi e dei mari di tutto il mondo, trasformati negli anni in vere e proprie discariche sommerse. Per sensibilizzare le persone su questa tematica nascosta nasce il “Beach clean-up day”, una giornata internazionale dedicata alla pulizia dei fondali, che si svolge ogni anno tra la fine di settembre e la metà di ottobre.
In provincia di Como l’appuntamento è per domenica 17 ottobre a Carate Urio. Qui l’associazione subacquea Lazzurro di Lurate Caccivio organizza una mattinata di raccolta e cernita dei rifiuti depositati sul fondo del lago. “Saranno coinvolte una quarantina di persone tra subacquei e volontari – spiega Luca Arrigo, presidente dell’associazione comasca – A partire dalle 9 circa i sub si immergeranno per estrarre dal lago i rifiuti e depositarli sulla spiaggetta, dove i volontari differenzieranno i materiali raccolti, che alla fine della mattinata verranno smaltiti da un camion della società Econord. Una volta terminate queste operazioni catalogheremo i dati emersi e stileremo un rapporto destinato alla fondazione Project Aware, un’organizzazione no profit che da anni si batte per la salvaguardia degli ambienti marini e lacustri di tutto il mondo. Project Aware si preoccuperà a sua volta di preparare un report di tutti i risultati pervenuti dai vari Stati partecipanti, nell’intento di stilare una classifica mondiale per rendere evidente a tutti la triste situazione dei nostri fondali. Per l’occasione inoltre la nostra associazione raccoglierà fondi per la realizzazione di reef ball, ambienti artificiali da destinare al ripopolamento della fauna del lago di Como”. E non finisce qui: “Al termine dell’operazione di pulizia ci sarà un concorso artistico: creare un’opera d’arte con i rifiuti raccolti – continua Tatiana Picchioldi di Lazzurro – Chissà se riusciremo a ripetere il successo dell’anno scorso?”. Già, perché nell’edizione 2009 del “Beach clean-up day” l’associazione Lazzurro si è aggiudicata il secondo premio dando vita a un’originale tavola imbandita sulla spiaggia di Laglio (nella foto) con quanto trovato sul fondo del lago di Como: stoviglie, le sedie di un pedalò, pneumatici ecc. “La novità di quest’anno è che domenica saranno presenti anche alcuni bambini delle scuole medie ed elementari di Lurate Caccivio, Comune che insieme a quello di Carate Urio patrocina l’iniziativa. Gli studenti avranno il compito di rappresentare con dipinti e disegni le tante specie marine protette, protagoniste di un secondo concorso artistico dedicato ai ragazzi dai 3 ai 12 anni, l’Aware Kids Art Contest, e strettamente connesso all’Anno internazionale della biodiversità. Vogliamo che anche loro si rendano conto che se il nostro lago è bellissimo visto da fuori, quando si va a vedere cosa c’è sotto le cose cambiano. Solo diffondendo la cultura della conservazione e del rispetto possiamo sperare di migliorare questa situazione”.

di Alice Paiosa

WHAT’S ON THE BOTTOM OF THE LAKE?
Car tires, bottles, chairs, cans, glasses, fruit crates, cutlery, plastic plates. These are just some of the items you can find on the bottom of lakes and seas all over the world, transformed into submerged landfill. To raise awareness on this hidden issue comes the “Beach clean-up day”, an international day dedicated to the cleaning of the seabed, which is held annually between late September and mid October. In the province of Como the date is for Sunday, October 17 at Carate Urio. Here the Association of Underwater Lazzurro from Lurate Caccivio organize a morning of collection and sorting of waste deposited at the bottom of the lake. “There will be involved about forty people, including divers and volunteers – Luca Arrigo, president of the Association, explains – Starting from around 9 am divers will plunge into the lake to remove the waste and deposit them on the beach, where volunteers will differentiate the materials collected, that at the end of the morning will be disposed of by the truck company Econord. Once completed this work the Association will cataloge the data obtained and issued a report for the foundation Project Aware, a nonprofit organization that has been fighting for years to safeguard the marine and lacustrine environments around the world. Project Aware will care in turn preparing a report of all the results received from various participating countries, in order to establish a ranking of the world to make clear to all the sad state of our waters. Our association will raise funds for the construction of reef ball, artificial environments to be used for restocking fauna of Lake Como”. And it doesn’t end here: “At the end of the cleaning there will be an art competition: create an art work with the waste collected – Tatiana Picchioldi of Lazzurro continues – I wonder if we can repeat the success of last year”. Yes, because in the 2009th edition of the “Beach clean-up day” the Association Lazzurro was awarded with the second prize for its original table prepared on the beach of Laglio (in the photo) with that found on the bottom of Lake Como: kitchen utensils, chairs, tires etc. “This year on Sunday there will also be some middle and elementary school children from Lurate Caccivio, sponsoring the initiative together with the municipality of Carate Urio. The students will have the task of representing with paintings and drawings the many marine species, protagonists of a second art competition dedicated to young people aged 3 to 12 years, the Aware Kids Art Contest, closely related to the International Year of Biodiversity. We want them to realize that even though our lake is beautiful seen from the outside, when you go to see what’s underneath, things change. Just spreading the culture of conservation and respect we can hope to change this situation”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *