CIAK, SI GIRA! AMBIENTE PROTAGONISTA

Due iniziative, un obiettivo comune: permettere ai più giovani, videocamera alla mano, di dire la loro in tema di sostenibilità.
“Milano a ruota libera” è il concorso che si è chiuso lo scorso 17 settembre con la premiazione dei tre migliori spot realizzati per promuovere la cultura della bicicletta in città. L’iniziativa, nata in occasione della Settimana europea della mobilità, ha visto coinvolti l’assessorato alla Mobilità del Comune di Milano e gli studenti della facoltà di design del Politecnico. Una collaborazione nuova, nata in occasione del workshop “Promuovere la cultura della bicicletta” organizzato dall’università. I vincitori del concorso sono stati premiati con un abbonamento annuale a BikeMi, il bike sharing cittadino, e con la proiezione delle loro opere al pubblico: sul maxi schermo di Piazza del Duomo, in metropolitana e presso il Salone del ciclo alla Fiera di Rho. Tutti i filmati sono scaricabili dal sito del Comune Muoviti Sostenibile.
Video, giovani e sostenibilità sono ancora gli ingredienti del concorso “MovieUp – gira in verde”, lanciato dall’Agenzia regionale per la prevenzione ambientale del Veneto (Arpav). Per partecipare bisogna realizzare un video che abbia come tema il consumo sostenibile, pensato in alternativa alle attuali abitudini di acquisto. Le opere non dovranno superare gli otto minuti e potranno essere presentate in qualsiasi formato entro lunedì 10 gennaio 2010. Una giuria assegnerà premi in denaro ai primi tre classificati di ognuna delle due sezioni: quella riservata agli studenti maggiorenni delle scuole superiori e quella che include i giovani fino ai 27 anni residenti in Veneto o iscritti alle università locali. La partecipazione al concorso sarà anche l’occasione per i ragazzi di avvicinarsi al mondo del cinema: grazie a una collaborazione con la Federazione italiana cinema d’essai, le opere premiate saranno infatti distribuite in alcune sale e proiettate al grande pubblico. L’Arpav assegnerà infine un premio speciale di 6.000 euro, una vera e propria borsa di studio legata a un periodo di stage presso l’ente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *