CHE FINE HA FATTO IL BUS?

Uno dei maggiori ostacoli percepiti dai cittadini nell’uso dei mezzi pubblici è imparare come funziona il sistema: dove andare, a che ora, in che direzione ecc.
Per questo negli ultimi anni sono nati numerosi strumenti di mappatura online che, come Google Transit, aiutano gli utenti a costruire il loro itinerario personale in modo semplice e guidato.
L’ultima novità in questo campo è OneBusAway, un portale open source che fornisce accesso in tempo reale a tutte le informazioni utili sul trasporto pubblico di una particolare città. Onebusaway.org infatti è in grado di mappare autobus e treni (in base alle aziende di trasporto pubblico che forniscono i dati necessari) e di rendere accessibili tutte le informazioni online. 
Ideato da un gruppo di studenti dell’Università di Washington per supportare l’usabilità del trasporto pubblico, il portale utilizza un sistema Gps per aiutare l’utente a trovare la fermata del bus più vicina a lui in qualsiasi punto della città si trovi. Quindi calcola l’orario di arrivo dei successivi tre autobus alla fermata e poi stima l’orario di arrivo a destinazione.
La novità è che questo strumento, completamente gratuito, è accessibile da più interfacce: sito web, iPhone, cellulari, messaggi di testo (sms), ma anche telefono di casa. L’obiettivo infatti è quello di rendere l’uso del trasporto pubblico il più semplice possibile per tutti.
OneBusAway è attualmente in uso solo nella zona di Seattle, ma i suoi creatori invitano chiunque ad utilizzare il software open source per espandere il raggio di copertura. Quale modo migliore per incentivare l’uso dei mezzi pubblici al posto dell’auto privata?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *